12/12/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> La sanità è un Bene Comune: via i ticket e abbattere le liste d’attesa

La sanità è un Bene Comune: via i ticket e abbattere le liste d’attesa

La sanità è un Bene Comune: via i ticket e abbattere le liste d’attesa

La scoperta in 13 ospedali dell’Umbria, di un sistema diffuso atto ad eludere le lunghe liste di attesa ed evitare il pagamento del ticket, è grave. Alcuni medici e operatori sanitari facevano risultare facili ricoveri di se stessi, parenti, amici e conoscenti per i quali ottenevano gratuitamente e in breve tempo le prestazioni.

Persone coinvolte 800, 575 delle quali dipendenti pubblici, danno alle casse del servizio pubblico sanitario regionale da almeno 1,2 milioni di euro.

Il quadro emerso dalle indagini impone alcune considerazioni.


La prima è che questo sistema è da condannare, lede i diritti degli utenti e causa danni alle risorse del sistema sanitario pubblico. Inutile sottolineare quanto tutto questo sia stato alimentato dalla introduzione dei ticket, imposti dai governi nazionali alla Regione Umbria, un balzello aggiuntivo per famiglie ed utenti che, oltre a pagare la sanità con le tasse (sicuramente quelle di lavoratori dipendenti e pensionati), quando devono servirsi delle prestazioni pubbliche sanitarie le devono pagare di nuovo. A fare le spese di questa privatizzazione strisciante sono le fasce di reddito deboli che ormai, in percentuali crescenti, rinunciano a curarsi, mentre le classi sociali più forti ne traggono vantaggio. In altre parole ad essere messo in discussione è lo stesso diritto alla salute per tutti i cittadini e i lavoratori.

La Sinistra per Perugia ritiene sia giunta l’ora di riprendere la lotta per l’abolizione di tutti i ticket, preservando la natura pubblica della sanità e il diritto all’uguaglianza di tutti i cittadini nel trattamento contro la malattia.


La seconda considerazione attiene alle liste di attesa troppo lunghe in Umbria. Un sistema, in tutta evidenza, che non dà risposte adeguate nei tempi necessari.

Occorre rivedere il sistema delle prenotazioni, anche attraverso provvedimento straordinari, utilizzando tutte e sinergie possibili, dall’utilizzo pieno dei macchinari 24 ore continuative, all’utilizzo delle strutture anche il sabato la domenica, dal coinvolgimento degli ambulatori convenzionati, a quello dei medici, del personale sanitario, del volontariato, ecc.

Tutto questo ha un costo, ma, dati i conti in ordine della sanità umbra, il sacrificio dovrebbe essere sopportabile e non intaccare l’equilibrio economico raggiunto.

Riteniamo doveroso che la sanità umbra, coniughi l’attenzione all’ottimizzazione delle risorse con un’offerta di servizi sanitari adeguata e in grado di rispondere alle esigenze degli utenti e dei pazienti.

In altri termini l’obiettivo strategico del Sistema Sanitario Regionale deve essere un’offerta di servizi di qualità al paziente non subordinata a priorità di natura economica e contabile. La Giunta regionale ha annunciato a breve un provvedimento straordinario per abbattere le liste di attesa: bene, molto bene ma attenzione: non servono provvedimenti “aspirina” ma una cura “choc”, profonda e radicale.


La terza considerazione riguarda i cosiddetti manager: appare chiaro che la “managerizzazione” del sistema sanitario ha più di qualche difetto e lacuna. Rimettere al centro le esigenze delle persone che hanno bisogno di cure è un percorso necessario e incompatibile con la fredda e neutra supposta efficienza manageriale. Occorre recuperare un rapporto positivo con i cittadini e gli utenti del territorio, ripensando la sanità regionale come “Bene Comune”, legando, e livellando se necessario, le tante ricompense economiche dei super manager sanitari ai reali risultati raggiunti. In soldoni, i compensi annui dei manager vanno ridotti. È scontato il pieno appoggio alle indagini in corso, nella convinzione che la grande maggioranza dei medici, degli operatori sanitari e dei dipendenti amministrativi della sanità, esprimano un alto livello di professionalità e correttezza.



La Sinistra Per Perugia

Mattioli – Sabbatini - Violini




La Sinistra Per Perugia

Inserito lunedì 30 giugno 2014


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4945963