19/11/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> I fatti di Panicale del 1920: concerto in memoria delle vittime

I fatti di Panicale del 1920: concerto in memoria delle vittime
Panicale, chiesa di Santa Croce ai Cappuccini, martedì 15 luglio 2014


Serata organizzata dall'’associazione Pan Kalon nell’ambito del XIII Festival Morettini

 È un appuntamento di rara suggestione quello che l'associazione culturale Pan Kalon propone nell’ambito del XIII Festival Morettini, in programma a Panicale alle 21.00 di martedì 15 luglio 2014 nella chiesa di Santa Croce ai Cappuccini, un gioiello incastonato fra bosco e uliveti delle colline attorno al paese: in questa splendida cornice che da un lato abbraccia la Valnestore e dall'altro regala uno scorcio sul centro storico panicalese e sul lago Trasimeno, si terrà il concerto in memoria delle vittime del 1920, una serata a ingresso libero con musiche di autori europei dei secoli XVI e XVII.
A esibirsi saranno gli artisti Daniele Bernardini ed Eugenio Becchetti, direttore artsitico del Festival, che proporranno brani eseguiti con strumenti rinascimentali e barocchi: flauti dritti, flauto traverso, tamburo, ceccola polifonica, organo positivo, clavicembalo.
L’evento celebra la memoria dei sei contadini che vennero trucidati la sera del 15 luglio del 1920, quando a Panicale, nel mezzo delle lotte per il patto colonico, fu indetta una manifestazione alla quale avrebbe dovuto partecipare l’Onorevole Francesco Cicotti. Nelle prime ore del pomeriggio centinaia di braccianti cominciarono ad affluire da tutte le frazioni del comune e dai vicini centri di Piegaro e Paciano. Marciarono in corteo, dal Ponte Rosso, al canto degli inni popolari. All’ingresso del paese i contadini furono fermati dalle forze dell’ordine locali a rinforzo delle quali era giunto un plotone della Guardia Regia. Con la motivazione che alcuni dimostranti si erano rifiutati di depositare i bastoni in loro possesso, aprirono il fuoco uccidendo sei contadini e ferendone altri 14.
L’eccidio è passato alla storia come i “Fatti di Panicale” e potrebbe essere annoverato come esempio di rimozione storica, per la gravità e la criticità del contesto storico-sociale in cui si è verificato.
Dal 2010, novantesimo anniversario dai fatti, l’associazione culturale Pan Kalon organizza in corrispondenza della ricorrenza un evento commemorativo, scegliendo come luogo della celebrazione la chiesa di Santa Croce ai Cappuccini, accanto alla quale i sei contadini sono sepolti.
La chiesa è facilmente raggiungibile in auto, percorrendo da Panicale la strada in direzione Missiano.

La serata del 15 luglio è organizzata con il sostegno di Banca Valdichiana Credito Cooperativo Tosco-Umbro.




Libera associazione culturale Pan Kalon

Inserito venerdì 11 luglio 2014


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4906650