20/05/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> La Chiesina della Madonnuccia

La Chiesina della Madonnuccia
Un reperto storico risalente “almeno alla seconda metà del 1400”: la chiesina, purtroppo, oggi appare isolata e dimenticata in un’area anche degradata


A San Martino in Campo fervono i lavori per la 35° edizione della festa della Scartocciatura. L’evento è introdotto dalla diffusione di un opuscolo che si accompagna a note sulla storia del paese.

Quest’anno si è pensato di concentrare l’attenzione sulla chiesina della Madonnuccia. Un reperto storico risalente “almeno alla seconda metà del 1400”. Rappresenta uno dei pochi resti di una antica comunità dedita all’agricoltura e devota a Maria.

La chiesina, purtroppo, oggi appare isolata e dimenticata in un’area anche degradata. Conserva affreschi di scuola peruginesca in pessimo stato di conservazione.

La Pro-Loco chiude la nota ricordando che gli affreschi “rischiano di andare definitivamente perduti”. È un allarme che riprende una nostra segnalazione diffusa nel mese di marzo a mezzo stampa. Ottenemmo anche un passaggio su RaiI 3 regionale. Sembrava che l’interesse di diverse energie a partire dalla Curia perugina proprietaria si fossero attivate.

Evidentemente, però, non erano molto sinergiche perché, spente le luci, non è successo più niente. Il fatto che in altre zone dell’Umbria le autorità civili e religiose hanno restaurato simili chiesine riaprendole al culto, ci fa ancora sperare. Comunque la Pro-Loco va ringraziata per l’attenzione ai beni storici del territorio.



Lauro Ciurnelli

Inserito venerdì 15 agosto 2014


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4646721