19/09/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Il restauro della Madonnuccia

Il restauro della Madonnuccia
A San Martino in Campo iniziati i lavori nella chiesina

Nel marzo scorso una segnalazione sullo stato di conservazione degli affreschi di scuola peruginesca della chiesetta della Madonnuccia a San Martino in Campo fu accolta e diffusa a più riprese dalla stampa locale. Si creò un certo interesse e furono presi alcuni impegni. Poi quella primavera sembrò sfiorire presto. Invece l’allarme era stato accolto dalla Soprintendenza per i beni storico-artistici etno antropologici dell’Umbria di Perugia. Così in questi giorni sono iniziati i lavori di recupero. Si tratta di un progetto a livello conservativo che, però, non prevede un intervento sugli affreschi. La chiesetta è un piccolo scrigno di tesori giunti fino a noi attraverso i secoli, ma fortemente a rischio per l’umidità. La raffigurazione centrale della Madonna adorante il Bambino in una gloria di cherubini tra i santi Cristoforo e Bernardino conserva ancora quasi intatta in tutta la sua antica dolcezza il tema della maternità. Adesso si auspica che anche il successivo intervento di reintegrazione pittorica venga effettuato per far riemergere anche alcuni scorci naturalistici interessanti come il profilo di un lago nel San Giorgio e il drago. Nello stesso tempo è necessario che anche la proprietà, la Curia perugina, intervenga sull’umidità e l’Amministrazione Comunale provveda ad un piano di bonifica dell’intera area molto degradata, proprio là dove nacque la prima comunità locale poi trasferitasi più a sud intorno al castello.



Lauro Ciurnelli

Inserito sabato 13 settembre 2014


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4818957