23/07/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Per Alfano, Omphalos è "antagonista"

Per Alfano, Omphalos è "antagonista"
Il Ministro dimostra di non conoscere i ventidue anni di storia della nostra associazione, fatta di collaborazioni istituzionali e di profondo radicamento nel tessuto sociale perugino e umbro

Perugia - Omphalos Arcigay Arcilesbica, in merito alla risposta del Ministro Angelino Alfano all'interrogazione presentata dall'onorevole Fratoianni (Sel) sulle denunce dei due attivisti dell'associazione rei, secondo la questura di Perugia, di essersi "esibiti" in un bacio omosessuale giudicato "disgustoso" durante la manifestazione delle sentinelle in piedi, si dichiara profondamente indignata per la palese mistificazione della realtà e per le parole usate dal Ministro per classificare codesta Organizzazione.

«Quanto appena accaduto in Parlamento è gravissimo - dichiara Emidio Albertini, Co-Presidente di Omphalos - Il Ministro, oltre a non aver di fatto risposto al quesito dell'On. Fratoianni, ha definito Omphalos come un gruppo "antagonista", dimostrando di non conoscere i ventidue anni di storia della nostra associazione, fatta di collaborazioni istituzionali e di profondo radicamento nel tessuto sociale perugino e umbro.»

Omphalos, offrendo servizi alla comunità e ponendosi come interlocutore autorevole con la politica in tema di Diritti Umani, Diritti Civili e lotta a tutte le discriminazioni, ritiene che, quello del Ministro e della sua area politica, sia un chiaro tentativo di demonizzare le forze progressiste ed europeiste del nostro paese le quali, ogni giorno, lottano con convinzione per i diritti e la dignità sociale delle persone Lgbt (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Trans) e non solo.

«La società civile Umbra - dichiara Patrizia Stefani, Co-presidente di Omphalos - grazie all'attività costante di associazioni come la nostra, si è dimostrata in questi anni aperta ed inclusiva. Alfano, giustificando le pretestuose parole della Questura Perugina, sta tentando di riportare i nostri territori e l'intero Paese indietro di decenni pur di recuperare i voti dei movimenti cattolici oltranzisti e dei neo-fascisti.»

Auspicando una presa di posizione da parte del Premier Renzi, detentore della delega alle Pari Opportunità, Omphalos Arcigay Arcilesbica rivolge un appello accorato a tutto il mondo della Politica affinché si renda conto della gravità di quanto accaduto a Perugia e giustificato in Parlamento dal Ministro degli Interni.

Ufficio Stampa Omphalos Perugia
tel. 3398508056





Inserito giovedì 23 ottobre 2014


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4736518