21/05/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Il museo delle marionette al Teatro di Figura

Il museo delle marionette al Teatro di Figura
Apertura straordinaria del Museo delle marionette della famiglia Mirabassi

con visite  animate, parallelamente all’apertura del presepe vivente di San Domenico, in altri orari e giorni è possibile su prenotazione tel.  075 5730826.

25 dicembre 2014  -  26 dicembre 2014
01 gennaio 2015 - 04 gennaio 2015 -  06 gennaio 2015
dalle h 16,00 - alle h 19,00
ingresso  da via del Castellano n. 2 /A
 
Presso i locali ristrutturati e resi a norma, di via del Castellano 2 a, (dietro alla grande vetrata di San Domenico) sede dell'Associazione teatrale TIEFFEU Teatro di Figura Umbro vi è esposta una selezione di figure  (marionette, burattini e pupazzi) realizzate dalla famiglia Mirabassi per la compagnia teatrale Tieffeu - Teatro Figura Umbro, nel corso di   trentennale attività artistica.
La collezione è composta dalle figure concepite per essere protagoniste degli spettacoli che la famiglia d’arte Mirabassi  ha prodotto, a partire dai primi anni '80, fino ad oggi.  Storie che Tieffeu ha fatto conoscere  nelle tournée in tutta Italia e all’estero rendendosi quindi anche ambasciatore della nostra città e regione .
Qui le figure, una volta che hanno svolto la loro funzione, vengono si musealizzate ma non sono sradicate dal loro habitat ma rimangono contestualizzate nel luogo e per il luogo in cui sono nate: il teatro. Sono inoltre la testimonianza dell'evoluzione della compagnia che nel corso di trentacinque anni ha realizzato più di  trentacinque  allestimenti teatrali.
 
Il museo quindi è un luogo ricco di storia e di storie, quest’ultime ispirate in parte  alle fiabe classiche, altre invece scritte da Mario Mirabassi. Tra i personaggi, oltre a quelli notissimi  del mondo delle fiabe, compaiono i protagonisti (in formato quasi naturale) della storia del Jazz: Luis Armstrong, la cantante  Bessy Smit e Faz Woller al piano. Figure caricaturali create per lo spettacolo Marionetta stomp del 1987 ,  rappresentato anche all’estero a  Charleville in Francia e Potsdam in Germania. Altre figure  invece sono caricature di personaggi perugini creati per lo spettacolo di satira che ha riportato “in vita” l’antica maschera perugina  del  Bartoccio .
Le tecniche usate vanno dalla carta collata, gomma piuma ,  pasta di legno, gomma piuma rivestita di stoffa ecc. Anche  i costumi e gli accessori  sono stati  prodotti nel laboratorio grazie anche alla  partecipazione di molte mani femminili  che si sono  susseguite nel corso degli anni, alternando anche il  ruolo attorale  e quello manifatturiero. La maggior parte dei costumi dei personaggi delle fiabe sono filologicamente pertinenti  ai secoli XV -XVIII . Non mancano personaggi  inventati creati anche come “doppio”  dell’attore in scena, come per lo spettacolo  “Il sogno dell’Ombrellaio” del 2004.
Purtroppo come in tutti i musei, non tutte le opere trovano spazio espositivo, ma sono tutte documentate con foto,  video  e sono conservate  nei magazzini.

Succede al museo
Da ottobre ad aprile di ogni anno si svolge la stagione di Teatro per ragazzi "LE FIABE DELLA DOMENICA” . Come nei  musei di moderna concezione   è annessa l’aula didattica dove settimanalmente vi si svolgono laboratori teatrali  di attività espressive per ragazzi e  corsi di formazione professionale  per adulti.
Il museo quindi  è quello che tutti i musei dovrebbero essere, non un luogo   adibito alla sola  conservazione ma  un luogo vivo e attivo. 
Il museo generalmente è sempre aperto prima e dopo ogni spettacolo, In altri orari è possibile su appuntamento dalle ore 9,30-13,00 – 16.00 -19,00
 Modalità di Ingresso per il periodo natalizio € 1,00.
 
 
TIEFFEU
via del Castellano, 2/a, 06121 Perugia
tel 075 5725845 cell. 328 0308221
www.tieffeu.com
info@tieffeu.com
 




Inserito mercoledì 24 dicembre 2014


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4648925