12/12/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> ''Un miliardo che si alza'' anche nel 2015 a Perugia

''Un miliardo che si alza'' anche nel 2015 a Perugia
One Billion Rising è un evento planetario contro la violenza sulle donne, che si svolge il 14 febbraio in oltre 200 paesi del mondo e riempie di persone i luoghi simbolo di migliaia di città.

One Billion Rising (O.B.R.) significa “Un Miliardo che si alza”, perché in un anno sono circa 1 miliardo le donne che subiscono violenza, in tutte le sue diverse manifestazioni. “Alzarsi” e raggiungere le altre e gli altri in piazza per danzare è il gesto simbolico di una rivoluzione delle coscienze. È una metafora globale che a livello locale pone le condizioni del dialogo per mettere in rete le diverse realtà che si occupano di azioni positive contro la violenza e per richiamare la cittadinanza a fare la propria parte perché le richieste si concretizzino e non si abbassi la guardia davanti al dilagare dei femminicidi.

Dalla prima edizione nel 2013, anche a Perugia centinaia di persone di tutte le età si riuniscono in Corso Vannucci, indossando il rosso e il nero, per testimoniare con la danza la volontà di contrastare la violenza sulle donne, per dialogare e costruire insieme azioni concrete che incidano sul contesto culturale, sociale, economico, in cui ogni tipo di violenza alimenta le altre.
Quest'anno si vogliono porre le basi per una continuità di confronto che vada ben oltre il singolo giorno dell'evento.

 

Il 14 febbraio 2015, come lo scorso anno, danzeremo insieme per rivendicare l’autonomia morale e la dignità personale delle donne contro ingerenze arbitrarie e norme coercitive,per l’effettiva applicazione del diritto alle pari opportunità tra i generi, quindi parità di trattamento salariale, di accesso alla carriera e diritto allo studio.

 

Sosteniamo la necessità di fornire una lettura del fenomeno della violenza sulle donne in Italia e nel mondo come discriminazioni di genere, declinate come violazioni dei diritti umani. Si tratta di forme di violenza fisica e psicologica che annientano l’identità privata e pubblica della donna e che costituiscono il principale ostacolo all'autodeterminazione individuale e sociale ed al godimento dei diritti fondamentali della persona.
In Italia il fenomeno è prevalentemente affrontato da un punto di vista di sicurezza pubblica
, mentre manca una concreta attuazione del quadro normativo esistente, una efficace risposta di prevenzione e repressione, una formazione specifica delle Forze dell’Ordine, magistratura, avvocatura, servizi sociali, personale sanitario, oltre ad adeguati stanziamenti di fondi per i Centri Antiviolenza. E anche la nostra regione, da questo punto di vista, NON è un'”isola felice”.

 

Riteniamo inoltre indispensabile la piena applicazione delle "norme per la tutela sociale della maternità e l'interruzione volontaria della gravidanza" (L. 194/78) come strumento fondamentale di prevenzione e di esercizio dei diritti alla salute e all'autodeterminazione del corpo.

 

Ricordando che la violenza nei confronti delle donne è anche violenza economica, che le mette in una condizione di povertà di dipendenza e sfruttamento, riprendiamo dal sito internazionale www.onebillionrising.org lo spirito e gli obiettivi della manifestazione: “La campagna attesta la consapevolezza dell’impossibilità di porre fine alla violenza contro le donne senza analizzare l’influenza esercitata dalla povertà, dal razzismo, dalla guerra, dal disprezzo dell’ambiente, dal capitalismo, dall’imperialismo e dal patriarcato.”

Le realtà che quest'anno hanno aderito all'organizzazione dell'evento rendono evidente, nel numero e nella diversirà, quanto la città di Perugia voglia aprire il confronto e incidere sul problema:

 

Dance Gallery, Rete delle Donne Anti Violenza Onlus, Compagnia Degli Gnomi, Onnivora Biancochiaro, Il Coraggio della Paura, Unione Forense per la Tutela dei Diritti Umani sezione Umbra, Centrodanza, La Goccia, Corsia OF Centro di Creazione Contemporanea
Margot Project, Rinoceronte Teatro, Asd Eurinome, Musical Academy Perugia, Perugia Social Photo Fest, La Calle Accademia di Danze, Circolo LaAV letture ad alta voce, Libera la Vita Movimento Espressivo Rio Abierto, Libera...mente Donna, FRG Umbria Forum Regionale Giovani, Zona Danza, Omphalos Arcigay Arcilesbica, Art Niveau.
Si ringrazia il Lunabar Ferrari per la collaborazione.

 

Vi aspettiamo in Corso Vannucci, il 14 febbraio alle ore 18.30, preferibilmente vestite/i di rosso e nero, per testimoniare l'impegno anche solo con la propria presenza, o per unirsi al flash mob danzando la coreografia di “Break the Chain”, inno dell'evento. Fino al 13 febbraio alcune scuole di danza si aprono a tutta la cittadinanza per le prove gratuite. Inoltre la coreografia può essere studiata attraverso i tutorial pubblicati su youtube.
Su facebook si può richiedere l'iscrizione al gruppo “ONE BILLION RISING Perugia 2015” o partecipare all'evento per avere a disposizione tutte le informazioni.




Rete delle Donne Anti Violenza Onlus, Compagnia Degli Gnomi, Onnivora Biancochiaro, Il Coraggio della Paura, Unione Forense per la Tutela dei Diritti Umani sezione Umbra, La Goccia, Dance Gallery, Centrodanza

Inserito giovedì 12 febbraio 2015


Commenta l'articolo "''Un miliardo che si alza'' anche nel 2015 a Perugia"

Commenti

Nome: Redazione
Commento: Per chi fosse interessato è disponibile all'interno di questo articolo il video ufficiale della manifestazione del 14 febbraio 2015

Nome: uomo
Commento: 1 Miliardo di donne violentate in un anno nel mondo? In 3 anni tutte le donne del mondo violentate? Non sapete contare? In corso Vannucci? Dove anni or sono venivano denudati dei maschi perché matricole? A quando un bel flash mob contro la goliardia, l'hazing, il bizutage? A Perugia? Città dove lo scherzo principe contro gli adolescenti maschi è di una ferocia senza pari, si chiama in modo blasfemo e li lascia "scoperti" e umidi? One Billio Rising, una manifestazione ipocrita, settaria, sessista e inutile!

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4945236