19/02/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Firma subito per fermare il Ttip

Firma subito per fermare il Ttip
Il Ttip (Trans-Atlantic Trade and Investment Parnership) intende dar vita alla più grande area di commercio ed investimenti al mondo tra le due sponde dell'Atlantico

A SUD informa


FIRMA SUBITO L'ICE PER FERMARE IL TTIP
Trattato di libero scambio tra Usa e Ue


A Sud è tra le realtà promotrici della Campagna STOP TTIP Italia, costituita con l'intento di fermare la sigla del pericolosissimo trattato di libero scambio tra Usa e Ue e di far luce sulle logiche, gli interessi ed i rischi che si celano dietro i negoziati segreti volti alla conclusione del trattato, che avrà importanti conseguenze in termini ambientali, sociali, geo-strategici ed economico-finanziari.


FIRMA ANCHE TU L'INIZIATIVA DE I CITTADINI EUROPEI.
In tutta Europa sono state già raccolte oltre 1.400.000 firme.
Il traguardo dei 2 milioni di cittadini è vicino.

Aiutaci a raggiungerlo FIRMANDO e DIFFONDENDO questo rinvio: http://asud.net/stop-ttip-italia/

STOP-TTIP Italia: FIRMA l'Iniziativa dei Cittadini europei (ICE) contro il TTIP


2Il TTIP Trans-Atlantic Trade and Investment Parnership intende dar vita alla più grande area di commercio ed investimenti al mondo tra le due sponde dell'Atlantico in cui si concentrano il 50% del PIL mondiale ed un bacino di consumatori pari a 800 milioni di persone. Secondo la narrazione ufficiale il trattato si tradurrebbe in una cura miracolosa per la sofferente economia europea, come associazione aderente alla campagna Stop-TTIP Italia ci siamo chiesti quali siano i reali costi sociali, economici ed ambientali a fronte di una timida crescita dello 0.5% del PIL a tre anni dall'entrata in vigore del trattato co me dichiarato dalle stessa relazione di impatto commissionata dal governo italiano.

A inquietare non è soltanto la segretezza con cui stanno avvenendo i negoziati, ma anche quel principio di armonizzazione delle normative che vorrebbe adeguare le regolamentazioni americane ed europee anche in settori particolarmente delicati per la salute pubblica come la produzione ed il commercio di beni alimentari (tra cui OGM e carne agli ormoni) o la salubrità dell'ambiente minacciata da una possibile esportazione del pericoloso gas di scisto. Preoccupante è poi la volontà di introdurre il sistema di arbitrato internazionale, c.d ISDS, che in decine di Stati come l'Australia, l'Uruguay, la Germania, il Canada sta violando il principio di sovranità nazionale costringendo i governi ed i loro cittadini a pagare costosissime multe per aver anteposto la tutela dei diritti agli interessi delle multinazionali impedendo che prodotti e produzioni pericolose possano valicare i confini e minacci are la popolazione.
[Cos'è prevede nello specifico la sigla del TTIP? APPROFONDISCI]

FIRMA CONTRO IL TTIP!

A Sud ha aderito, insieme alla campagna Stop-TTIP Italia, all'Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE o ECI) che permette di chiedere alla Commissione di apportare modifiche alla legislazione europea, promulgare nuove proposte ed esprimersi su determinate questioni. Siamo convinti sia nostro diritto come cittadini dell'UE l'avere voce in capitolo sulle questioni che ci riguardano da vicino.

L'obiettivo è raccogliere 2 milioni di firme in tutta Europa entro ottobre, per ribadire che il TTIP non va firmato. Aiutaci a raggiungere l'obiettivo.

FIRMA E DIFFONDI L'INIZIATIVA

Firma e fai firmare la petizione online contro TTIP E CETA direttamente sul sito di A Sud

 




Inserito sabato 14 febbraio 2015


Commenta l'articolo "Firma subito per fermare il Ttip"

Commenti

Nome: Luca Pannilunghi
Commento: non vogliamo ogm e tutte le porcherie che gli americani ci propongono: se si potesse firmare anche per chiudere il mues un`altra porcheria dell`imperialismo americano, dico no anche a tutte le basi americane che sono in italia ed europa. non abbiamo più buon senso.

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4498113