15/07/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Smettiamo di parlare di pace. Cominciamo a fare

Smettiamo di parlare di pace. Cominciamo a fare
La campagna a supporto della ricostruzione si è integrata nel più ampio movimento per chiedere il riconoscimento dello stato e dei diritti dei Palestinesi

“La terra dei bambini vive!” è il pensiero affiorato all’indomani della distruzione del nostro centro a Gaza, lo scorso luglio. L’evidenza che i muri non rappresentino il progetto, ma una sua componente. L’atto di demolizione inserisce una carica di violenza enorme. Colpisce intimamente, offende e prostra, in particolare i bimbi con il loro enorme bisogno di casa e punti di riferimento. Ma l’evidenza in quel momento divenne il fatto che loro fossero passati attraverso l’inferno e sopravvissuti, e che a fronte di ciò la demolizione fosse secondaria.

Tutti avevano ben chiaro come il progetto andasse difeso con tutte le energie. Perché la sua tenuta avrebbe rappresentato un segnale di speranza per una popolazione ridotta allo stremo. Perché difendere i diritti dell’infanzia di fronte alla guerra rappresenta una priorità su ogni altro proposito e realizza quel “Restiamo umani” tanto caro a Vittorio Arrigoni. Nonostante il voto contrario del Parlamento Italiano ad una mozione a sostegno del Centro, VdT ha ricevuto molte attestazioni di solidarietà. La campagna a supporto della ricostruzione si è ora integrata nel più ampio movimento per chiedere il riconoscimento dello stato e dei diritti dei Palestinesi. In questi mesi abbiamo ricevuto numerosi inviti da gruppi e comunità locali per dare testimonianza della nostra esperienza, trovando sempre interesse e calore.
Un grazie a quanti ci hanno accompagnato e a quanti vorranno unirsi a noi.

Massimo Annibale Rossi, presidente



Vento di Terra Ong

Inserito giovedì 19 febbraio 2015


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4726872