19/06/2024
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Piedibus scolastico

Piedibus scolastico
piacevole per i bambini ed efficace per ridurre l’inquinamento

Perugia è la città con il tasso di utilizzo del mezzo privato tra i peggiori d’Italia: circa 70 veicoli ogni cento abitanti dove ogni anno si superano i livelli di PM10 e PM2.5 prefissati dall'Unione Europea e l’inquinamento si concentra proprio nelle ore di punta. Proviamo per quanto possibile a migliorare. E tra le soluzioni figura il Piedibus scolastico, a beneficio dei bambini. In virtù di un protocollo di intesa siglato tra Usl Umbria 1 e alcune scuole del Comune di Perugia, è stato sperimentato e implementato nel territorio il progetto PIEDIBUS SCOLASTICO, il quale prevede la realizzazione di un "autobus umano" per andare a scuola, costituito da una carovana di bambini in movimento accompagnati da adulti volontari, con capolinea, fermate, orari e un suo percorso prestabilito. Il Movimento 5stelle al Comune di Perugia ha presentato un odg; per l’implementazione del Progetto Piedibus scolastico nelle scuole primarie del Comune. Considerando che l'Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) chiama l'inquinamento atmosferico presente nelle città di tutto il mondo "Il killer silenzioso" e che si tratta di uno dei problemi evidenziati dall’Atlante della salute dei bambini e dell'ambiente, pubblicata dall'Agenzia ONU. L’inquinamento, ed in particolare quello dell’aria, è stato inserito dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC), nel gruppo di sostanze ed agenti per i quali esiste una sufficiente evidenza scientifica di cancerogenicità per l’uomo. Nel territorio del Comune di Perugia sono presenti 49 scuole primarie e solamente 3 di esse, ovvero le scuole primarie Ciabatti e Valentini e la scuola primaria Mazzini di Ponte San Giovanni hanno implementato un servizio di Piedibus scolastico. Nell’odg i Consiglieri comunali aggiungono che nel “Piano regionale per la qualità dell’aria” il Comune di Perugia figura insieme ai comuni di Terni, Corciano e Foligno, il Comune umbro con una qualità dell’aria peggiore. Con riferimento agli inquinanti a rischio di superamento (ossidi di azoto e particelle sospese con diametro inferiore a 10 micron), per l’area urbana di Perugia-Corciano, il settore del traffico stradale è il settore prevalente per le emissioni di ossidi di azoto (circa il 75%) e gioca un ruolo non trascurabile nelle emissioni di particelle sospese (18%). Da qui l’esigenza di attivare tutte le possibili soluzioni per contribuire a ridurre i livelli di inquinamento.



MoVimento 5 Stelle Perugia

Inserito mercoledì 25 febbraio 2015


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 7082939