23/03/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Umbria verde: no a centrali a biomassa

Umbria verde: no a centrali a biomassa
1 marzo 2015 Data epocale da ricordare! Di partecipazione si può finalmente parlare


Assemblea pubblica tenutasi il 1 marzo 2015


C'è il progetto di costruire sul territorio del Comune di Castel Viscardo una centrale a biomassa.

Il Comitato “Garanzie per la centrale a biomassa a Castel Viscardo” ha organizzato, per domenica 1 marzo ore 16.30, un'Assemblea pubblica presso il comune di Castel Viscardo.
Il Comitato ha dato una corretta informazione.
La gente ha il diritto di sapere, conoscere, essere informata.
Questo è stato l'intento del Comitato.
Abbiamo reputato che questo sia accaduto.
Le molte firme che sono state depositate in Comune e le altre che stanno arrivando sono la testimonianza del volere popolare. Il volere popolare vale.
La centrale a biomassa, i cittadini non la vogliono: non porta lavoro, non porta benefici, non porta sviluppi, può solo compromettere la qualità dell'aria e ripercuotersi sulle economie locali esistenti, in itinere e future.
Sono intervenuti esperti sia in campo medico che legislativo.
Relazioni ed interventi chiari, chiarificatori, reali e realistici.
Il Comitato ha posto pubblicamente alcune domande alla massima autorità locale: il Sindaco, come garante della salute pubblica.
All'assemblea, alla quale erano stati invitati anche i sindaci del comune di Allerona e di Castel Giorgio, comuni limitrofi, si è reso partecipe il sindaco di Castel Giorgio il quale si è dichiarato pubblicamente contrario alla realizzazione di tale impianto.
I cittadini hanno preso la parola, chiunque riteneva di poterlo fare.
Una ragazza diceva di amare la propria terra, una signora: "Questa centrale non la vogliamo". Hanno espresso paure, perplessità ed un pò di rabbia.
Il comitato ringrazia l'Assemblea tutta per la partecipazione sentita, in particolar modo gli esperti in materia di biomassa. Ringrazia inoltre tutti coloro che stanno esprimendo le proprie opinioni. Questa è democrazia.
La Giunta ed il Sindaco erano presenti e per questo li ringraziamo.
La partecipazione è alla base di una sana amministrazione della nostra vita, del quotidiano, del nostro territorio a cui noi teniamo.
Il sindaco in fine ha preso la parola.
Ha spiegato all'assemblea della presentazione del progetto in Castel Viscardo, località Trattoio, ha preso tempo per acquisire documentazione ed eseguire accertamenti.
Ma dal pubblico esce chiara la domanda: "ma l'Amministrazione da che parte è?".

Si sta continuando a raccogliere firme.

La migliore energia non è quella che si produce bruciando, ma quella che non si consuma.
Si deve puntare al risparmio energetico.

A seguito dei finanziamenti europei, queste centrali stanno invadendo tutto il territorio regionale.

Ci si pone una domanda: è solo speculazione economica?
Valutiamo!



Comitato Garanzie per la centrale a biomassa a Castel Viscardo

Inserito sabato 7 marzo 2015


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4548512