25/06/2024
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Le nostre Piazze mattonate non possono essere degradate a parcheggi

Le nostre Piazze mattonate non possono essere degradate a parcheggi
Compito dei cittadini, della Giunta e del Consiglio comunale di oggi è quello di evitarne il degrado impedendo che maleducati e prepotenti le rovinino

(Santo Stefano - via dei Priori)

Una delle cose buone che sono state fatte in passato a Perugia è la pavimentazione del centro storico. Un lavoro del quale il Comune dovrebbe andare fiero, frutto della progettazione dei suoi uffici, del lavoro dei suoi operai e della tecnica esecutiva messa a punto dal suo cantiere.

Accurati lavori in pietra arenaria ed a volte in mattoni. Quest'ultimi per i luoghi destinati al solo traffico pedonale: le scalette di via Appia; la terrazza del mercato; le vie Oberdan, Bonazzi, del Forno; gli spiazzi davanti la chiesa di Monteluce (abbellita con un rosone in pietra rosa d'Assisi), quella di S. Stefano in via dei Priori (con un decoro in ceramica) e di sant'Agostino in piazza Domenico Lupattelli.

Nonostante ciò, queste tre piazze mattonate sono da tempo usate come parcheggio abusivo da automobilisti maleducati che non solo espropriano i pedoni di uno spazio loro, ma causano danni molto gravi ad una pavimentazione non adatta a subire il peso di suv, auto e camioncini.

A Monteluce la situazione era così degradata che, finalmente, si sono decisi a rialzare il paletto che impedisce il parcheggio, dove la maleducazione continua è nelle altre due come testimoniano le nostre foto, in una si vede addirittura un'automobile sopra la delicata ceramica di santo Stefano.

Ora, se in passato con quelle pavimentazioni hanno abbellito e reso più accogliente Perugia, compito dei cittadini, della Giunta e del Consiglio comunale  di oggi è quello di evitarne il degrado impedendo che maleducati e prepotenti le rovinino arrecandogli i gravi danni, anche questi testimoniati da foto, che il sagrato di Monteluce ha già pesantemente subìto.

 

Piazza D. Lupattelli davanti s. Agostino

Il parcheggio sopra la ceramica nella piazza davanti santo Stefano in via dei Priori

Il sagrato di Monteluce fino a pochi giorni fa



Società Generale di Mutuo Soccorso di Perugia

Inserito sabato 14 marzo 2015


Commenta l'articolo "Le nostre Piazze mattonate non possono essere degradate a parcheggi"

Commenti

Nome: Giuliano Pasqua
Commento: Monteluce è sicuramente la situazione più disastrata. Ricordo che la fecero al tempo di Maddoli sindaco. Mi chiedo perché non dica niente e vi chiedo come redazione se avete la possibilità di chiedergli cosa pensa del sagrato che ha fatto fare, Se è vero che era solo pedonale tranne funerali e matrimoni come dicono

Nome: Vanni Capoccia
Commento: Purtroppo il parcheggio abusivo a Monteluce ieri mattina è ripreso. Le foto che ho fatto lo testimoniano (e poi riguardano l'uscita di chi va alla Messa delle 9. Se fossi passato lì a quella delle 11 sarebbe stata una distesa di lamiere)

Nome: Franco Paci
Commento: In questa città già prima c'era il parcheggio abusivo, ma con questa giunta è notevolmente aumentato ed è più prepotente. Questa città era già sporca, ma ogni giorno che passa le sue strade sono sempre più sozze. La cosa non deve meravigliare sono due aspetti entrambi indicatori del fallimento dei sedicenti civici ambientalisti

Nome: Marco
Commento: Costanza ha centrato il problema: questa giunta - non ufficiosamente, ma chiaramente - ha fatto capire al comando dei vigili urbani che le multe nel centro storico non si devono fare con buona pace dei residui barellieri che fanno finta di non averlo capito

Nome: Società Operaia
Commento: Ieri oltre a voi altri media si sono occupati di questo problema che si potrebbe con molta semplicità risolvere. Facendolo diventare l'esempio che a volte basta poco per rendere Perugia più rispettosa di se stessa e più accogliente per cittadini, turisti, studenti. Basterebbe un lucchetto nel sagrato di Monteluce, delle fioriere nelle piazze davanti a santo Stefano di via dei Priori e sant'Agostino in Corso Garibaldi.

Nome: Gina
Commento: Consiglio a tutti di andare a Monteluce, guardare la chiesa che è veramente bella e poi guardate la piazza davanti. In alcuni punti sembra che ci siano passati con un cingolato. Il Comune dovrebbe richiedere il risarcimento danni alla parrocchia

Nome: Carla Lolli
Commento: Purtroppo i primi nemici del pavimento davanti la chiesa di Monteluce sono quelli che dovrebbero volergli più bene: i parrocchiani.

Nome: Costanza Ciabatti
Commento: E' inutile girare intorno al problema. Barelli e Romizi hanno dato il libera tutti ai cafoni e maleducati in quattro ruote

Nome: Alessandro Felici
Commento: I lavori in cotto sono veramente esemplari, speriamo che vi ascoltino. Io vi ringrazio per l'attenzione che avete, non posso dire la stessa cosa a chi mi ha rubato il voto: Barelli.

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 7092864