22/09/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Concerti aperti

Concerti aperti
Invece di utilizzare le solite sale da concerto della città, sarà la cittadinanza stessa ad offrire le proprie case, i propri giardini e le proprie terrazze ma anche gli spazi pubblici del proprio quartiere. Primo concerto, giovedì 7 Maggio


PROGETTO: “CONCERTI APERTI”
CONCERTI APERTI nasce durante il seminario L’Arte del successo tenuto da Valentina Lo Surdo all’interno del Conservatorio Morlacchi di Perugia dal 5 al 7 Marzo 2015.
Il progetto prevede la realizzazione di una serie di concerti pubblici organizzati dal gruppo che ha frequentato le giornate seminariali e che ha preso nome di “Collettivo Morlacchi”. Il Collettivo è composto da musicisti eterogenei, studenti del Conservatorio e provenienti da diversi percorsi musicali e tradizioni culturali. Sfruttando questa diversità, ciascun membro ha messo a disposizione le proprie competenze, anche quelle extramusicali, con l’intento di realizzare un progetto interamente autogestito. Le risorse in gioco sono tra le più disparate: dagli aspetti giuridici alle capacità culinarie, dall’organizzazione e registrazione degli eventi musicali al confezionamento di stimolanti programmi di esecuzione musicale.
Il Collettivo respira l’aria internazionale che da anni caratterizza la città che l’accoglie, non a caso una buona parte dei ragazzi che vi partecipa è di provenienza asiatica.
La particolarità di questo progetto consiste nello stravolgimento della forma tradizionale del concerto per come si è abituati a intenderla oggi. Invece di utilizzare le solite sale da concerto e auditorium della città sarà la cittadinanza stessa ad offrire le proprie case, i propri giardini e le proprie terrazze ma anche gli spazi pubblici del proprio quartiere (chiostri, piazze…). Sarà un innovativo ritorno al passato, poiché molta della musica è nata nei salotti delle case private.
Proprio grazie a questa diversa tipologia di concerto sarà possibile costruire una nuova rete di relazioni tra musicisti e cittadini, sensibilizzando quest’ultimi, avvicinandoli all’ascolto e all’apprezzamento della musica. Si creerà una nuova forma di convivialità e socializzazione, unendo alle esibizioni degli artisti anche momenti di condivisione e assaggio di prodotti tipici del luogo. Si costruiranno ponti tra diverse culture e tradizioni musicali: dai concerti classici, alle jam sessions, alle musiche di tradizione popolare sia orientale che occidentale, anche fondendo generi diversi nella stessa serata.
Il progetto si svilupperà nell’arco di una stagione musicale, in cui verranno realizzati degli eventi a cadenza regolare, da decidere in base alla disponibilità e alla tipologia degli spazi.

Referenti:
Angelica Floris 3483713786
Elena Ambrosi 3772828696

Primo concerto:

Giovedì 7 Maggio 2015, Ore 18.00
Società di Mutuo Soccorso -  via dei Priori 32

Introduzione di Primo Tenca, Presidente della Società di Mutuo Soccorso e di Daniele Crotti, cultore di musica tradizionale italiana.

Chitarra e voce, Emanuele Zarba ed Elena Ambrosi

Or che innalzato è l'albero (tradizionale)
La madre abbandonata in cerca del figlio Achille (tradizionale)
La morte di Anita (Testo di Massimo Dursi e Musica di Sergio Liberovici)
A la una yo nacì (tradizionale sefardita)
Gracias a la vida (Violetta Parra)
Beautiful that way (Testo di Noa e Musica di Nicola Piovani)
 
Violino e violoncello, Elena Ambrosi e Margot Venn

A.Vivaldi (1678-1741)  Sonata VIII per violino e basso continuo
J.F.Haendel (1685-1759) Sonata in re minore di per violino e basso continuo HWV 367b



Collettivo Morlacchi

Inserito lunedì 27 aprile 2015


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4823866