11/04/2021
direttore Renzo Zuccherini

Home >> La medicina alternativa usata dal 23% degli italiani

La medicina alternativa usata dal 23% degli italiani
Tratto dal foglio informativo dell'associazione Le Vie della Salute n.9 - 2/2009

Fonte: informativa dell’Ass medici per l’ambiente www.isde.it e news dei Verdi Toscana del 19 Gennaio 2009.

Omeopatia, fitoterapia, agopuntura. Sono solo alcune delle medicine alternative scelte nel 2008 da oltre il 23% degli italiani, secondo dati Censis. Una fetta importante di cittadini che, convinti dell'efficacia delle cure non convenzionali (MNC), le utilizzano nonostante debbano pagarle di tasca propria. "Proprio perchè sia le terapie che le visite non sono rimborsate dal Servizio sanitario nazionale e dunque non gravano sui bilanci pubblici, si stima che ciò possa far risparmiare al SSN, in termini di ricoveri e altre prestazioni evitate, ben 40 milioni di euro, come risulta da dati di Omeoimprese". Ad affermarlo è lo psichiatra e psicoterapeuta Paolo Roberti di Sarsina, esperto per le Medicine Non Convenzionali del Consiglio Superiore di Sanità, co-direttore del Corso di Alta Formazione in ''Sociologia della salute e medicine non convenzionali'' dell'Università di Bologna, fondatore e coordinatore del Comitato per le MNC in Italia. "Secondo l'Ispo - fa notare l'esperto all'Adnkronos Salute - ormai il 65% della popolazione ha dimestichezza col termine medicine non convenzionali e le conosce; per il Censis poco meno del 50% le considera utili, più del 70% vorrebbe che fossero rimborsate dal SSN. Per quanto riguarda gli operatori, sono circa 12.000 i medici e i veterinari che fanno parte delle 25 associazioni e società scientifiche che compongono il Comitato per le MNC in Italia, che rappresenta tutte le Medicine Non Convenzionali riconosciute dalla Federazione dei medici (FNOMCeO) e dalla Federazione dei veterinari (FNOVI).





Inserito sabato 7 marzo 2009


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5577934