21/08/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> 'L Bartoccio tai freghini

'L Bartoccio tai freghini
Un'altra Bartocciata letta da Graziano Vinti all'Angolo del Bartoccio, il 28 agosto, durante il festival "Figuratevi"



Cari fioli, io ve scrivo
che da quanno che so' vivo
già se sa che vo' freghini
sete 'n poco birichini,
che facete ji scherzetti
che me sembrono dispetti,
arcontate le bugie
come fusseno magie,
state sempre a chiacchierà
e no atenti ad ascoltà,
l'acqua adosso ve tirate,
pu na tigna ve 'mpiantate,
pe 'na voja, pe 'n capriccio
per avecce 'n soldo spiccio...

Ma già 'l so quil che ve tocca:
che la mamma ve tarocca,
la maestra s'aragagna,
ve fa 'l babo 'na gran lagna
e j'adulti tutti 'n coro
dicon quil che vojon loro.
Ma se sa che ciòn ragione,
che j'adulti èn sapientone,
che ve donno 'n po' de pene,
ma benzì ve vojon bene:
e voaltre datje retta
rispondete senza fretta
pu le cose più briccone
le facete a niscondone,
zitti zitti ton cantone
pe nn'avé la punizione!

Ma benzì ntanto studiate,
tutti i compiti arcopiate,
state atenti a la lezione
e nun fate confusione.
Sopratutto m'arcomanno
che la scola dura 'n anno
ma le cose che amparate
pu' da grandi l'adoprate.

E magnate tutto 'l pranzo,
nun lassate mai l'avanzo,
i spaghetti, la fettina,
ansalata e patatina,
tutta quela pastasciutta
e pu tanta, tanta frutta!
Che si pu sete bonini
c'è 'l gelato e anco i dolcini...

Donca freghi m'arcomanno
sete boni tutto l'anno
no soltanto pel Natale
per avé quij bei rigale!
Ve saluta con affetto
e ve mando un bel bagetto
che tol core 'n so de coccio
e per vo' so' 'l zio
               Bartoccio




Inserito sabato 5 settembre 2015


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4773078