24/01/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Mense scolastiche: la fiducia è venuta meno

Mense scolastiche: la fiducia è venuta meno
Si tratta della cancellazione di una esperienza di democrazia importante: era un sistema rodato, perfettibile, ma funzionante. Un sistema distrutto in nome di cosa non abbiamo ancora capito


Vorrei condividere una riflessione: la modifica della refezione scolastica, così come si è realizzata, tenendo conto del muro di gomma che il Comune ha opposto ai Comitati mensa e dunque ai genitori e del pressapochismo con cui tutto viene gestito, non ha soltanto impoverito l'esperienza del pasto per i bambini e le bambine della nostra città, ma ha rotto un sistema di fiducia tra cittadinanza e istituzione. Un sistema di reciproco riconoscimento, di sussidiarietà reale.

Non si tratta solo dell'appalto in sé, si tratta della cancellazione di una esperienza di democrazia importante in cui l'utenza poteva non solo controllare, ma compartecipare con il proprio "lavoro" di ricerca della qualità alla gestione del servizio. In maniera volontaria e senza un centesimo di rimborso spese i genitori, costruendo un rapporto con personale delle cucine, maestre, fornitori, in cui l'utenza riusciva a risolvere quasi nell'immediato piccole criticità, andando incontro, nel rispetto di quanto indicato da Asl, alle esigenze dei piccoli rilevate da educatrici e personale addetto alla refezione. Relazioni armoniche che hanno sempre giovato prima di tutto ai piccoli fruitori del servizio.

La fiducia è venuta meno e non stupiscano dunque le critiche anche minuziose, cose di cui si parlava fuori scuola e il giorno dopo magari erano sistemate, non stupisca la necessitàdi inondare di mail il Comune.

La sicurezza che dava il fatto che fossero i genitori a scegliere i fornitori non può darla alcuna ditta, sono gli stessi genitori da cui si mandano i figli a giocare o appunto a mangiare, con cui i nostri figli giocano e con cui li lasciamo se abbiamo un impegno, sono i genitori a cui telefonare se hai un'emegenza e che ti riprendonoi figli da scuola se non puoi, sono quelli da cui tuo figlio o tua figlia vuole andare a fare la famosa "festa in pigiama".

I genitori che la mattina o il pomeriggio incontri, a cui puoi esprimere qualunque perplessità, che ti rassicurano e ti dicono che formaggio hanno ordinato... insomma, la fiducia... e infatti era un sistema rodato, perfettibile, ma funzionante, senza grosse lamentele, dinamico e virtuoso. Un sistema distrutto nella sua funzionalità e nella sua qualità in nome di cosa non abbiamo ancora capito.



Patrizia Tabacchini

Inserito sabato 10 ottobre 2015


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4460584