15/07/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> La storia di Safiya e della sua famiglia

La storia di Safiya e della sua famiglia
..che vive una situazione difficile ma non perde mai la speranza e la gioia della vita. "Quando il centro è stato distrutto per noi è stato un colpo gravissimo, ma poi siamo stati felici che i servizi siano stati ripristinati subito”

Safiya ha 5 anni, viso vispo e occhi vivaci, ma dai comportamenti sempre molto rispettosi e composti. Da quest’anno frequenta l’asilo La Terra dei Bambini, ogni giorno il pulmino di Vento di Terra passa a prenderla davanti a casa e la porta a scuola, insieme agli altri suoi coetanei del villaggio.

Ultima di cinque fratelli, vive con la famiglia nel villaggio di Um Al Nasser. Alla fine delle lezioni saliamo anche noi sul pulmino con Safiya e la accompagniamo fino a casa sua, dove la mamma ci aspetta e ci accoglie nella propria casa. Ci sediamo in una stanza vuota e le bambine ci portano il tè. “Scusate”, ci dice la mamma di Safiya, “vorrei potervi offrire di più ma non abbiamo nulla”. Ci indica le finestre, coperte da stracci e plastica, e ci spiega che durante l’ultima guerra nell’estate del 2014 tutti i vetri si sono rotti a causa delle esplosioni. Non hanno trovato i soldi per ripararle, così cercano di coprirle con quello che trovano, ma quando piove l’acqua entra lo stesso e d’inverno fa freddo. Ci mostra poi un buco sul soffitto, anche questo ereditato dall’ultimo attacco. “Siamo disoccupati, io e mio marito, non c’è lavoro a Gaza. Riceviamo una piccola sussistenza dall’unrwa, che però non è sufficiente per tutta la famiglia”.

Ci racconta che Safiya è molto contenta di andare alla Terra dei Bambini, il livello di educazione è molto elevato rispetto ad altri asili della Striscia e quando la bimba torna a casa riesce a fare i compiti da sola perchè è già molto preparata. La mamma poi partecipa spesso anche alle attività rivolte alle donne che vengono realizzate nella Terra dei Bambini. “Siamo contenti che ci sia questo servizio nel villaggio, senza questo asilo non sapremmo dove mandare i nostri bambini e anche noi, come madri, abbiamo trovato un luogo dove poter parlare dei nostri problemi ed essere aiutate. Quando il centro è stato distrutto per noi è stato un colpo gravissimo, ma poi siamo stati felici che i servizi siano stati ripristinati subito”.

Ci guarda, sorride e aggiunge: “Nonostante le difficoltà della nostra vita, siamo contenti perchè i nostri figli riescono ad andare a scuola e sono felici, conoscono la nostra situazione non chiedono di avere di più, sono soddisfatti per ciò che hanno”.
 
http://www.ventoditerra.org/vdt_news/2552/

Aiuta anche tu Safiya e i suoi compagni di classe della Terra dei Bambini, sostieni il diritto dei bambini all’educazione e al gioco!





Inserito sabato 19 dicembre 2015


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4726854