19/11/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Smog nelle città, la salute dei bambini dopo di tutto

Smog nelle città, la salute dei bambini dopo di tutto
A me pare che la ministra della salute Lorenzin abbia fatto lo struzzo. Così come gli struzzi hanno fatto quasi tutti, se non tutti, i sindaci e gli assessori all'ambiente delle nostre città

Le città italiane sono ammorbate dallo smog e l'unico provvedimento che governo, sindaci, assessori all'ambiente hanno preso per contrastarlo è stato lo sperare che piovesse.

La ministra della salute Beatrice Lorenzin aveva convocato esperti per “studiare le misure più appropriate da adottare per contrastare la situazione emergenziale di inquinamento atmosferico che si è evidenziata in questi giorni in diverse città italiane”. E dopo? Ha dato ai sindaci direttive vincolanti? Lei che non disdegna comparire in televisione è andata davanti alle telecamere a dire a sindaci ed assessori all'ambiente cosa tassativamente avrebbero dovuto fare? Ha sistematicamente informato i cittadini sul livello d'inquinamento e sui limiti di esso invalicabili? Ha detto ai genitori, lei che da poco ha avuto due gemelli, che i neonati ed i bambini sono le prime vittime delle polveri sottili?

A me pare che la ministra della salute Lorenzin abbia fatto lo struzzo. Così come gli struzzi hanno fatto quasi tutti, se non tutti, i sindaci e gli assessori all'ambiente delle nostre città. Comportamenti irresponsabili i loro, da politici di bassa lega che non hanno il senso delle loro responsabilità. Perché la salute non può venire dopo le vendite di Natale, dopo il desiderio italico di avere sempre e comunque l'auto sotto il sedere, dopo l'ingordigia politica del consenso.

La salute dei cittadini, cara ministra, cari sindaci, cari assessori all'ambiente non può venire dopo di tutto.



Vanni Capoccia

Inserito martedì 29 dicembre 2015


Commenta l'articolo "Smog nelle città, la salute dei bambini dopo di tutto"

Commenti

Nome: Carla Lolli
Commento: Intanto chi abita nei ponti (Ponte san Giovanni compreso) è ancora immerso nelle polveri sottili. Ed intanto il nostro comune non ha preso una decisione. Aspettano il vento, tanto quando ci ammaleremo loro no saranno più né sindaco né vice. Se questo è il civismo?

Nome: Giulia rondini
Commento: Bene ha fatto chi ha scritto a ricordare che la nebbia piena di polveri mina la salute di tutti, in particolare di anziani e bambini. Anziani, salute e bambini sono sempre stati al centro degli interessi della sinistra, non capisco la loro timidezza a Perugia nel cavalcare l'inettitudine della destra che governa la città, nel ricordare ai cittadini che la salute viene prima delle sfilate in costume

Nome: Giuseppe
Commento: Bisognerebbe ritirare fuori le dichiarazioni di Barelli quando le centraline sforavano. E non per un mese come ora, ma per un paio di giorni. Ecco un'opposizione seria farebbe questo ed una stampa non asservita le divulgherebbe e chiederebbe al vice sindaco ragione del suo attuale silenzio e del suo non fare che va a discapito della salute dei cittadini più deboli: vecchi e bambini

Nome: Giuseppe Gigli
Commento: I grillini al Comune di Perugia sono veramente inqualificabili. Un comunicato stampa per salvarsi la coscienza poi zitti per non disturbare sindaco ed autocivico vice

Nome: Giorgio
Commento: A Perugia Romizi e l'autocivico vice dormiranno tranquilli e perché a casa loro non arriva lo smog. E perché l'opposizione del Pd è poco aggressiva. E perché i grillini in Comune sono al servizio della maggioranza

Nome: Costanza Ciabatti
Commento: A Perugia i barellieri erano assolutamente in malafede. Lo dimostra il loro silenzio di ora

Nome: Gina Capitani
Commento: A Perugia basti pensare all'autocivico vicesindaco Barelli. Prima urlava, comunicati, minacce d'esposti in Tribunale. Ora? Mette a posto la scrivania

Nome: Giorgio
Commento: E' una cosa automatica dove ci sono problemi o disgrazie Renzi scappa via. Solo che questa volta lo stanno tutti imitando e chi ci rimette sono i cittadini ed i bambini in primis

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4907047