19/05/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Il destino della raccolta differenziata

Il destino della raccolta differenziata
In Umbria, della già scarsa raccolta differenziata solo i due terzi viene avviata al recupero. In altre realtà a gestione totalmente pubblica la raccolta differenziata raggiunge l’85% con scarti inferiori al 5%

In occasione della conferenza stampa odierna il Coordinamento Regionale UMBRIA RIFIUTI ZERO ha commentato i dati Ispra sul destino dei rifiuti urbani 2014 essendo quelli dell’Arpa Umbria purtroppo fermi al 2013. Emerge che della già scarsa raccolta differenziata solo i due terzi viene avviata al recupero. Conseguentemente il ricorso alla discarica è ancora molto alto e i costi umbri, tra i più alti di Italia, risentono del fatto che i cittadini pagano sia per la raccolta differenziata che per lo smaltimento dei suoi scarti.

I dati umbri sono stati messi a confronto con quelli di altre realtà a gestione totalmente pubblica dove la raccolta differenziata raggiunge l’85% con scarti inferiori al 5% dimostrando così che l’obiettivo rifiuti zero è realmente raggiungibile con costi di gestione tra i più bassi d’Italia.

Dagli interventi è stato evidenziato inoltre che recenti studi epidemiologici rivelano per l’inquinamento una maggiore incidenza, rispetto alla madia regionale, di casi di ospedalizzazione e di decessi nell’area ternana, su cui incombe il progetto governativo di utilizzare l’inceneritore Acea di Maratta per lo smaltimento dei rifiuti urbani.

E’ ora di voltare pagina sulla gestione dei rifiuti in Umbria e il Coordinamento è pronto a mettere a disposizione le sue competenze per riscrivere il Piano Regionale in chiave Rifiuti Zero.

--

http://rifiutizeroumbria.blogspot.it/


Ass.“Un’altra Gubbio” - Circolo culturale “Primo Maggio” - Comitato Belladanza,Città di Castello - Comitato Deruta 26 Settembre - Comitato Inceneritorizero, Umbria - Comitato NO INCENERITORI, Terni - Comitato Rifiuti Zero Spoleto - Ecologicpoint, Tr - Ideazioni Civiche, Perugia - Medici per l’Ambiente Italia, Umbria - Movimento Difesa del Cittadino, Perugia - Movimento 5 Stelle - Orvieto Civica - Osservatorio Borgo Giglione - Fondo mondiale per la natura Perugia

 



Coordinamento Regionale Umbria Rifiuti Zero

Inserito domenica 10 gennaio 2016


Commenta l'articolo "Il destino della raccolta differenziata"

Commenti

Nome: Dori Verdi
Commento: Anche se si chiama Movimento 5 Stelle non è un movimento o un'associazione è un partito. Trovo fuoriluogo che associazioni firmino assieme ad un partito un comunicato. Mi ricordano tanto il comportamento fiancheggiatore dell'autocivico vice da parte di Italia Nostra, di quella di Massarelli, o Perugia ieri oggi e domani

Nome: Costanza
Commento: Come mai un partito (il M5S) tra le associazioni del coordinamento?

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4644406