24/01/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Ponte d'Oddi: una ''goliardata'' che svela la triste realtà

Ponte d'Oddi: una ''goliardata'' che svela la triste realtà
Mentre ci narrano di una Perugia che rinasce, noi segnaliamo quartieri che resistono: eventi, concerti, cene, spettacoli teatrali, escursioni... E intanto l'incuria dell'amministrazione avanza

Non solo le promesse riguardo la caserma, ma anche i sopralluoghi nell'immediato post insediamento della nuova amministrazione si sono rivelati di circostanza. Sono "lontani" i tempi in cui cittadini ed istituzioni univano le forze e riuscivano a mantenere un buon livello di vivibilità al quartiere. Magari con la "scusa" di dare un nome a due parcheggi si ripristinavano marciapiedi e fondo stradale, si creavano posti per disabili e rampe di accesso senza barriere. Due parcheggi che poi grazie alla fantasia dei volontari e l'appoggio del Comune si trasformavano in piazze per concerti e cene di gruppo.

Ora, mentre ci narrano di una Perugia che rinasce, noi segnaliamo quartieri che resistono.

Questa è la ??#‎Perugiarinasce: segnali divelti da mesi, segnaletica orizzontale al limite della visibilità, nessun controllo né provvedimenti dopo le numerose segnalazioni di veicoli che transitano ad alta velocità nella via principale dove si affacciano la scuola, l'ufficio postale e tutte le attività del quartiere. Ed ancora panchine rotte, cestini dell'immondizia non svuotati e sporcizia intorno. Nessuna risposta alle numerose proposte rivolte al Sindaco dalle associazioni del territorio riguardanti sicurezza, viabilità e migliorie delle strutture comuni. A dire il vero una risposta al Circolo di Ponte d'Oddi è arrivata: la raccomandata con la quale comunicavano che non avrebbero più versato un euro per sostenere le nostre attività. (Immagino le lacrime  stile Fornero dell'assessore con delega alle associazioni).

Questa, invece, è la ??#‎PontedOddiresiste‬: numerosi eventi organizzati dalle associazioni, concerti, cene, spettacoli teatrali, escursioni nel territorio e fuori. Attività per persone di tutte le età nel salone del Circolo. Tanti progetti aperti, dal portierato di quartiere all'orto urbano, le goliardate della Rambla, le idee per abbellire la via principale. Il gran lavoro svolto dalle associazioni e la coop Perusia per inserire i ragazzi immigrati nel quartiere.

Volontariato puro che facciamo volentieri, ma che non può e non deve sostituirsi alle istituzioni, fino ad ora assenti.

    

  

 

 



Maurizio Cervino

Inserito sabato 30 gennaio 2016


Commenta l'articolo "Ponte d'Oddi: una ''goliardata'' che svela la triste realtà"

Commenti

Nome: Costanza
Commento: Sui "caccosetti del centro" ci sarebbe da fare un bartocciatta, tipo A comannà adè ce sono i caccosetti / che c'hanno rotto per anni i cosiddetti

Nome: Giorgio
Commento: "caccosetti" è proprio il termine giusto per definire chi ci governa. E' incontrovertibile che questi "caccosetti" si disinteressino di quelle che loro chiamano con disprezzo le periferie che, invece, sono luoghi di vita come l'articolo dimostra

Nome: Fabio Milletti
Commento: I caccosetti del centro la prossima volta dovremo rimandarli nei loro palazzi altolocati. Basta con le divisioni ed i voti dati per ripicca a gente come Dramane e l'autocivico vice sindaco

Nome: Giap
Commento: Ha ragione Giuseppe: la giunta comunale di Perugia è di destra, di trasformisti, di autocivici ma più che altro di persone con la puzza sotto il naso

Nome: Giuseppe Gigli
Commento: La giunta comunale di Perugia è una giunta di "caccosetti" del centro. Tutto quello che succede fuori delle mura medievali non lo vedono

Nome: Vanni Capoccia
Commento: Il Circolo Ponte d'Oddi è un esempio di come una storia antica di solidarietà riesca a rinnovarsi portando nel presente le finalità dei pontedoddiani che lo vollero e costruirono

Nome: Francesca Berioli
Commento: Il Circolo ponte d'Oddi ha restituito identità ad un quartiere

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4460546