20/01/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Rifiuti, la giunta regionale gioca a scaricabarile e intanto le discariche si riempiono

Rifiuti, la giunta regionale gioca a scaricabarile e intanto le discariche si riempiono
Sarebbe interessante sapere fin da oggi come la giunta intenderà gestire sia il materiale raccolto in modo differenziato (carta, organico, vetro, plastica, metallo) che quello indifferenziato


(nelle foto, la manifestazione di Terni del 20 febbraio contro gli inceneritori)

Mentre il Pd umbro si interroga sulla definizione di “monnezza”, gli umbri che abitano in zona discariche e inceneritori e cementifici, forse a causa di miasmi tossici e percolati vari, almeno su questo punto, non hanno dubbi.

Ora sarebbe molto utile che il partito di governo regionale, una volta chiarita bene la definizione di monnezza, intraprendesse con decisione la strada della raccolta differenziata col metodo porta a porta, come annunciato all’ultima conferenza stampa, per raggiungere una raccolta differenziata “non inferiore al 72,3% per l’anno 2018”. Ammesso che questo avvenga in tempi rapidi, sarebbe interessante sapere fin da oggi come la giunta intenderà gestire sia il materiale raccolto in modo differenziato (carta, organico, vetro, plastica, metallo) che quello indifferenziato. Infatti, quello che ci preoccupa non poco sono le frasi mezze dette dall’assessore competente, tra una risatina sorniona e una spalluccia impertinente fatta al giornalista di turno. Pare infatti che invece di massimizzare il recupero di materia, come peraltro indicato chiaramente dalle arcinote direttive europee, ci sarebbero in ballo quantitativi di rifiuti da incenerire probabilmente a Terni Acea o in Toscana (non si capisce se differenziati, scarti della differenziata, indifferenziati tal quali o trasformati in Css), quantitativi cioè che finirebbero in parte nei polmoni di cittadini sotto forma di veleni, e in parte in discarica sotto forma di ceneri (sperabilmente classificati come rifiuti speciali)

Come Crurz abbiamo chiesto un incontro con la presidente Marini proprio per conoscere questi dettagli ma la presidente si è negata e ci ha invitato a parlare di rifiuti con l’assessore Fernanda Cecchini. Quest’ultima non ha ancora ufficialmente risposto alla nostra richiesta, ma incontratala “per caso” al convegno rifiuti del 5 febbraio scorso ci ha detto che ci riceverà solo dopo aver smaltito le oltre 250 richieste precedenti alla nostra… e intanto le discariche si riempiono…

http://rifiutizeroumbria.blogspot.it/

Ass.“Un’altra Gubbio” - AzioneCivile Umbria - Circolo culturale “Primo Maggio” - Comitato Belladanza,Città di Castello - Comitato Deruta 26 Settembre - Comitato Inceneritorizero,Umbria - Comitato NO INCENERITORI,Tr - Comitato Rifiuti Zero Spoleto - Ecologicpoint, Tr - Ideazioni Civiche,Pg - Medici per l’Ambiente Italia,Umbria - Movimento Difesa del Cittadino,Pg - Movimento 5 Stelle - Orvieto Civica - Osservatorio Borgo Giglione - WWF Perugia



Coordinamento Regionale Umbria Rifiuti Zero

Inserito domenica 21 febbraio 2016


Commenta l'articolo "Rifiuti, la giunta regionale gioca a scaricabarile e intanto le discariche si riempiono"

Commenti

Nome: Giap
Commento: Come gestiscono i rifiuti riciclati? Al Centro prima hanno lasciato i sacchetti per le strade, poi dopo le proteste e le foto che giravano sono di botto spariti. Che vuol dire? Che li hanno presi e mischiati con la mondezza generica, secondo il principio occhio non vede cuore non duole

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4453228