18/11/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Festeggiamenti per S. Ercolano, defensor civitatis

Festeggiamenti per S. Ercolano, defensor civitatis
Organizzati dalla Famiglia Perugina, domenica 28 febbraio e martedì 1 marzo


La Famiglia Perugina intende ridare visibilità e riconoscimento alla figura di S. Ercolano, che oggi è forse il più "trascurato" dei patroni della città, ma che in epoca comunale ha avuto un ruolo fondamentale, tanto che il 1 marzo, ricorrenza della traslazione del corpo del santo, era occasione di grandi festeggiamenti religiosi e civili.

Il primo giorno di marzo quindi, pur senza investire l'ambito religioso ma rimanendo in quello delle celebrazioni civili, potrebbe tornare ad essere un momento significativo per l'identità cittadina, oggi più che mai bisognosa di ricostituirsi attorno a simboli condivisi.


DOMENICA 28 FEBBRAIO  

Camminata del Corteo delle Sommissioni

 con Renzo Zuccherini

 Partenza ore 9,30 dalla Fontana Maggiore; durata circa un'ora e mezza.

La camminata ripercorrerà i luoghi del Corteo delle Sommissioni, che ogni anno portava a Perugia gli omaggi delle città e terre che dipendevano dalla città.

Si toccheranno anche i luoghi dei festeggiamenti profani e dei grandi giochi che accompagnavano la festa di S. Ercolano in epoca repubblicana, prima della loro proibizione nel Quattrocento.

Al termine della camminata appuntamento al ristorante “da Peppone” per un gustoso pranzo con menu tradizionale.

Contributo a persona € 25,00; per I soci in regola con la iscrizione € 20,00.

Obbligatoria la prenotazione entro venerdì 26 febbraio, telefonando a Toto o a Giovanni

(328.6432862; 328.1503105).

MARTEDÌ 1 MARZO, ore 17,00

 Sala della Vaccara, piazza IV novembre

 Conferenza del prof. Franco Mezzanotte:

 S. Ercolano, defensor civitatis

La figura di S. Ercolano sarà esplorata in tutta la sua valenza storica, dalla resistenza cittadina all'assedio di Totila fino alla scelta comunale del santo defensor civitatis quale patrono della repubblica perugina, con l'erezione da parte del comune della chiesa a lui dedicata, e poi fino al successivo dileguamento della figura nella coscienza cittadina.




Inserito giovedì 25 febbraio 2016


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4906218