25/08/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> La Fondazione inciampa in Sgarbi

La Fondazione inciampa in Sgarbi
La Fondazione Cassa di Risparmio non può consentire che l'inaugurazione di una sua mostra venga trasformata in un comizio di destra

Carissima Tramontana,
stamattina (domenica 20 marzo) Vittorio Sgarbi invitato all'inaugurazione della mostra “I tesori della fondazione Cassa di Risparmio di Perugia” ne ha approfittato per trasformarla in un comizio a favore della giunta comunale di destra che governa Perugia e contro i comunisti.

Ora che Sgarbi faccia lo Sgarbi non può meravigliare. Quello che meraviglia è che l'abbia invitato la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia che, come sappiano, è tale perché amministra denari e beni di tutti i perugini e non di una parte di loro e, quindi, dovrebbe non solo essere ma accuratamente apparire al di sopra di ogni bega politica.

Sarebbe bene che in futuro Presidente e consiglio d'amministrazione si ricordino di questo. E, visto che i denari personali a Presidente e signori del consiglio non mancano, se vogliono organizzare un comizio a favore della giunta di destra di Perugia e vogliono invitare Sgarbi, che senza denari non alza nemmeno un sopracciglio, se lo paghino con i denari propri e non mettano in mezzo la Fondazione Cassa di Risparmio.
 
 



Andrea Misiani

Inserito venerdì 25 marzo 2016


Commenta l'articolo "La Fondazione inciampa in Sgarbi"

Commenti

Nome: Andrea Dozi
Commento: C'ero e non sono stati pochi quelli che hanno ritenuto fuori luogo le esternazioni pro giunta di destra di Sgarbi

Nome: UNA CAPRA
Commento: Assurdo. La politica ha creato le fondazioni per tenersi fuori dalla gestione di questa enorme quantità di denaro pubblico. E la Fondazione cosa fa? Fa entrare dentro la politica chiamando Sgarbi, perché Sgarbi è anche un politico. Per l'esattezza vicino a Berlusconi come il sindaco, ed è ovvio che Sgarbi abbia approfittato dell'occasione per fargli una sviolinata ritirando fuori un classico della politica di Berlusconi: i comunisti

Nome: Giulia Rondini
Commento: Pensano quelli del Consiglio di amministrazione che la Fondazione sia loro e non dei perugini, altrimenti avrebbero evitato questa caduta di stile

Nome: Alessio Relli
Commento: Certamente una cosa voluta

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4787225