23/04/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Braccio: le logge e la sfilata

Braccio: le logge e la sfilata
Ma il Comune deve rilasciare autorizzazioni. Deve controllare. La risposta dell'assessore Severini fa cadere veramente le braccia. Per lei, evidentemente, le cose vere non contano, per lei l'importante è fare finta

Cara Tramontana,
passeggiando per il corso ho visto che alle logge di Braccio erano iniziati dei lavori per il futuro locale di Guarducci che verrà aperto in quel bellissimo posto.

Curioso sono salito sulle scale del Duomo ed ho visto che il vecchio pavimento mattonato non c’era più (come dimostrano le foto di Umbria24).

Ho letto anche che un consigliere comunale ha annunciato un suo intervento e , devo dire rimanendo allibito, la risposta che gli ha dato l’assessora Severini: “Cosa c'entra il Comune? Il suolo sotto le Logge è della Curia”.
 
Cosa c’entra il Comune? Ma il Comune deve rilasciare autorizzazioni. Deve controllare. Deve, credo, essere in contatto con la Soprintendenza. Lo deve fare se un privato cittadino chiede di allargare una finestra, figuriamoci sotto le logge di Braccio che sono il nucleo più importante e poprtante della città sia laica che religiosa.

E’ lì che è sempre stata la Pietra della Giustizia (ora purtroppo c’è una copia), lì che venivano ricevuti sommissioni, ambasciatori e Papi, lì che sono scolpite le unità di misura del Comune, lì che c’erano le spoglie di Ercolano, era da lì che il 1° Marzo il Grifo e Leone coperti con stoffe rosse, bianche e gialle venivano portati in processione per la città.

Certo che una risposta del genere a proposito di ciò che sta accadendo sotto le logge di Braccio, data dalla stessa assessora che non pensa ad altro che alla disneyiana e fantasiosa sfilata di Braccio Fortebracci fa cadere veramente le braccia. Per lei, evidentemente, le cose vere non contano, per lei l'importante è fare finta.

(vedi  http://www.umbria24.it/perugia-parte-il-cantiere-per-il-nuovo-locale-di-guarducci-sotto-la-loggia-di-braccio/397106.html )



Andrea Misiani

Inserito lunedì 25 aprile 2016


Commenta l'articolo "Braccio: le logge e la sfilata"

Commenti

Nome: Vanni Capoccia
Commento: "Il Comune che c'entra" ha detto l'assessore Teresa Severini. Evidentemente per lei Perugia inizia con quel tagliagole di Braccio Fortebracci e prima era una landa di selvaggi. Altrimenti saprebbe che, secondo il mito fondativo della nostra città, in quel luogo Euliste iniziò a fondare Perugia e non a caso la statua raffigurante Euliste nella vasca superiore della fonte di Piazza è rivolta proprio verso il campanile della città dove c'era la pietra della Giustizia

Nome: Giap
Commento: Italia Nostra e Fai Perugia, ovviamente, non hanno nulla da dire. Per loro va bene che abbiano distrutto il vecchio pavimento in cotto invece di recuperarlo? Lo dicano invece di fare le sfingi

Nome: Andrea Misiani
Commento: Ho letto su Umbria 24 ore la lunga risposta dei Guarducci. Dicono che il pavimento frantumato era del dopoguerra. Come a far intendere che non fosse antico. Il punto è che le cose prima di diventare antiche sono vecchie. Sta a noi farle diventare antiche conservandole. Comunque il problema non sono i Guarducci. Il punto è se il Comune aveva autorizzato, e così la Soprintendenza. Resta che il commento dell'assessora Severini fa cadere le braccia.

Nome: Paolo Benedetti
Commento: Tanto amore per Braccio Fortebraccio e poi rompono il vecchio mattonato delle sue logge e nemmeno se ne accorgono, e nemmeno se ne indignano. E' inutile, hanno il me ne frego innnato

Nome: Roberto Rossi
Commento: Guardando le foto di Umbria24 si vede che i mattoni li hanno frantumati e non rimossi per rimetterli. Chi ha autorizzato questo?

Nome: Costanza Ciabatti
Commento: E Italia Nostra Perugia che dice? E l'autocivico vice sindaco sapeva che avrebbero distrutto il vecchio pavimento in cotto? E i barellieri? Possibile che ora per loro vada tutto bene? Possibile che ingoiano tutto

Nome: Claudio Belladonna
Commento: Questa giunta comunale c'ha un problema con i luoghi mattonati. Non li sopporta. Dopo essersela presa con le piazze mattonate adesso l'ha fatta scontare alle logge. Vedi come tratta le piazze

Nome: Andrea Misiani
Commento: Rileggendomi noto un'imprecisione: non sono le logge il nucleo importante e portante di Perugia. Lo è il luogo dove poi hanno costruito le logge

Nome: Vanni Capoccia
Commento: Adesso capisco perché la manifestazione su Braccio l'hanno chiamata Rinascita di Perugia. Quello che succedeva prima nemmeno lo sanno, altrimenti un'assessore alla cultura ben altro commento avrebbe fatto

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4599856