23/07/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Le Logge: da spazio pubblico a spazio privato

Le Logge: da spazio pubblico a spazio privato
Lettera aperta Al cardinale arcivescovo di Perugia-Città della Pieve Gualtiero Bassetti e alla città di Perugia: le Logge del Duomo destinate a vetrina del cioccolato dei grandi marchi, simbolo di sfruttamento dell’uomo sull’uomo


Umbria Grida Terra

Sono partiti i lavori per la realizzazione del nuovo bar-cioccolateria in piazza IV Novembre, del patron di Erochocolate Eugenio Guarducci, per concessione da parte della curia di Perugia dei locali e delle Logge di Braccio, per intenderci le logge del Duomo.

Assistiamo ad una privatizzazione di uno spazio ad uso pubblico, culturale e sociale, tettoia coperta, un punto d’incontro in piazza IV Novembre, per destinarlo ad una vetrina del cioccolato dei grandi marchi, simbolo di sfruttamento dell’uomo sull’uomo.

I lavori sono stati già interrotti perché riscontrate irregolarità nella conservazione storica delle Logge patrimonio cittadino.

Ci chiediamo
-se sia giusto continuare a sottrarre spazio di pubblico interesse per destinarli alla mera speculazione privata
-se il cioccolato, delle multinazionali, responsabili dello sfruttamento dei lavoratori e delle terre del cacao, possa rappresentare Perugia e il suo territorio
-se avvallare l’apertura di questa attività sia coerente con il pensiero della Chiesa e di Papa Francesco
-se non sia più opportuno incentivare attività etiche e solidali rispettose del lavoro, della natura e delle produzioni del territorio .

Chiediamo un incontro con l’arcivescovo per portare un contributo cittadino.

Invitiamo tutti ad un confronto-incontro sabato 30 alle 18.30-21.00 in piazza IV Novembre. Approfondiremo le tematiche del cacao con i volontari di Altrocioccolato "

Da una riflessione di Umbria Grida Terra
Progetto Paul Beathens

(foto tuttoggi.info - Alessia Chiatti)

N.d.R.: Inquietante, a dir poco, è la risposta (riportata sulla stampa e sui media) della società che gestisce l'operazione (cioè Guarducci), che non solo parla di pieno accordo tra le istituzioni, ma accenna ad una misteriosa insegna luminosa, che per ora deve rimanere segreta perché di proprietà di una ulteriore società affidataria dell'iniziativa commerciale. C'è o no di che preoccuparsi?




Umbria Grida Terra - Progetto Paul Beathens

Inserito venerdì 29 aprile 2016


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4736267