23/01/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Ripulitura dell'area ex-tennis a San Martino in Campo

Ripulitura dell'area ex-tennis a San Martino in Campo
Il problema è su chi provvederà alla vigilanza e alla identificazione delle aree interessate soprattutto nelle periferie poco controllate

L’ordinanza sindacale, emessa in questi giorni, impone la ripulitura di terreni di proprietà di privati cittadini o Enti Pubblici per eliminare i rischi derivanti dalla diffusione delle erbe infestanti, dai possibili depositi di rifiuti, ecc… Il problema, però, potrà essere su chi provvederà alla vigilanza e alla identificazione delle aree interessate soprattutto nelle periferie poco controllate.

Ad esempio, il fenomeno è molto presente anche nella zona di San Martino in Campo nelle vicinanze del capoluogo. La situazione, che, appunto, si intende indicare, riguarda un terreno ormai compreso nell’abitato, dove era stato costruito un centro sportivo con la tensostruttura di copertura per lo sport del tennis e che risultava molto frequentato.

Oggi la questione potrebbe riguardare proprio l’ordinanza. Il terreno da agricolo era stato trasformato appositamente con una variante al Piano Regolatore comunale. In seguito il cambio di proprietà, nel 2008, ha portato alla completa demolizione dell’impianto con la prospettiva di un successivo recupero del costruito così come indicato nell’apposito cartello. Utilizzo che finora non è stato mai effettuato.

Così ormai da anni quella zona risulta abbandonata e degradata mentre sorge proprio lungo un viale di accesso al centro urbano, alberato con due filari di cipressi e indicato nella toponomastica come “Strada San Filippo Palazzo”.

Oggettivamente la situazione è ormai insostenibile perché il luogo, oltre alle erbe infestanti, si presta a qualsiasi uso improprio.

Eppure la soluzione c’è perché si sa che la locale Pro Loco è da tempo interessata all’acquisto del terreno per realizzare un nuovo spazio verde con impianti sportivi, ecc…, offrendo ai giovani un centro di incontro protetto. Insomma è un’ operazione che va sicuramente favorita.
 



Lauro Ciurnelli, ambientalista

Inserito domenica 22 maggio 2016


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4459556