24/03/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> In arrivo un responsabile del paesaggio nelle soprintendenze

In arrivo un responsabile del paesaggio nelle soprintendenze
Così si può auspicare che anche nella nostra regione le politiche per l’ambiente abbiano una maggiore attuazione


 
La notizia che il ministro Franceschini intende rafforzare il ruolo delle Soprintendenze nominando un responsabile del paesaggio perché le regioni approvino in tempi brevi i piani paesaggistici ha un’importanza particolare.

Così si può auspicare che anche nella nostra regione le politiche per l’ambiente abbiano una maggiore attuazione. Vale, infatti, ricordare le tante cementificazioni decise dagli Enti Locale per recuperare gli oneri urbanistici o la tanto attesa trasformazione della E45 in autostrada da chi ancora oggi, malgrado tutto, è seduto in Consiglio Regionale.

Senza tralasciare il vecchio progetto, ormai utopia, della realizzazione di un Parco Fluviale sul Tevere nel comune di Perugia. L’idea della irrinunciabile preziosità del paesaggio fluviale è sempre stata ripresa, soprattutto nelle campagne elettorali come nell’ultima comunale. Ma almeno finora in completa malafede perché in concreto poi non è stato fatto niente se non un primo incontro di cortesia con la proprietà della distilleria di Ponte Valleceppi da parte della nuova giunta e un’esibizione del primo cittadino armato di ramazza per la ripulitura delle sponde.
 



Lauro Ciurnelli, ambientalista

Inserito mercoledì 25 maggio 2016


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4550833