10/12/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Il dissuasore del traffico sul sagrato di Monteluce

Il dissuasore del traffico sul sagrato di Monteluce
La soluzione per difendere dal parcheggio abusivo il sagrato della chiesa c'è: ma qualche screanzato l'aveva già tirato giù a terra

Carissima Tramontana,

durante la festa di Monteluce di Ferragosto i parrocchiani, cui va riconosciuto il merito di mantenere in piedi quest'antichissima festa, avevano provveduto a salvaguardare il sagrato della chiesa di santa Maria di Monteluce con tanto di cartello che avvisava che a 100 metri si trova un parcheggio coperto.

A riprova che la soluzione per difendere dal parcheggio abusivo il sagrato della chiesa c'è, è molto comoda ed a conoscenza di parroco e parrocchiani.
 
Stamattina però (16 agosto) il dissuasore del traffico messo lì per impedire il parcheggio qualche screanzato l'aveva già tirato giù a terra. A riprova che tra i parrocchiani ci sono alcuni maleducati che non hanno nessun rispetto per un bene di tutti i cittadini (il sagrato è suolo pubblico ed è stato rifatto bello com'è con i soldi pubblici) e che, come la Tramontana ha fatto più volte notare, è stato già abbondantemente degradato da parcheggiatori abusivi, prepotenti e maleducati.
 
 
PS: Invio questa lettera per conoscenza all'Arcivescovato di Perugia sperando che intervenga e faccia finire questa mancanza di rispetto per un bene pubblico.

 



Gina Capitani


Inserito giovedì 18 agosto 2016


Commenta l'articolo "Il dissuasore del traffico sul sagrato di Monteluce"

Commenti

Nome: Paolo Benedetti
Commento: Il dissuasore a terra con tanto di foglietto che indica il parcheggio è quanto di più pretotente ed arrogante si possa immaginare

Nome: Giap
Commento: SANNO CHE C'è UN COMODO PARCHEGGIO COPERTO A 100 METRI, MA PARCHEGGIANO SUL SAGRATO DETURPANDOLO. NON SONO CRISTIANI SONO VANDALI

Nome: Giuseppe Gigli
Commento: sia quelli del Pd che i grillini non hanno avuto il coraggio di far propria la battaglia contro il parcheggio abusivo, nemmeno quello sulle piazze mattonate

Nome: Vanni
Commento: il mio commento era per un altro articolo. Colgo l'occasione per ringraziare Gina Capitani per quello che ha scritto. Come si vede il sagrato di Monteluce non è una mia fissazione, ma ci sono altre persone che non tollerano il parcheggio selvaggio. Anche perché ora non ci sono scuse, il parcheggio come sa chi ha messo il cartello c'è ed è a pochi metri

Nome: Paolo Benedetti
Commento: La cosa che non capisco è il silenzio dell'ex sindaco Maddoli sul sagrato di Monteluce. Eppure è stato lui a volerlo. Potrebbe spiegare perché fosse stato fatto in quel modo, come è stato fatto il rosone a terra, quanto è costato, l'accordo preso con il parroco sull'utilizzo. La Tramontana potrebbe interpellarlo?

Nome: riccardo vandoni
Commento: Su questa storia del parcheggio selvaggio c'è una grande ipocrisia non solo da parte di chi governa la città (nel caso del vicesindaco è più che ipocrisia è l'inganno verso i pochi che l'hanno votato). C'è anche l'ipocrisia di chi fa l'opposizione tutti, ma proprio tutti pensano non tanto ai voti del loro partito, ma alle preferenze che perderebbero. Ed allora tacciono

Nome: francesco giulietti
Commento: Ha fatto bene la signora ad inviare la segnalazione anche all'Arcivescovo. Perché così sarà chiaro come la pensa, e lo spiegherà anche un eventuale suo silenzio

Nome: Vanni Capoccia
Commento: Comunque questo bell'articolo di Marco Giugliarelli fa fare più brutta figura ai giornalisti di Perugia che al vicesindaco. Ne mette a nudo i loro articoli che riferiscono con dovizia le parole del vice, ma non raccontano lo stato reale dei parchi cittadini. Sembra che non abbiano più gli occhi per vedere ed un libero pensiero per farsi un'opinione. A riprova che uno dei grossi problemi della nostra città è anche la qualità del giornalismo locale sia della carta stampata, sia quello delle Tv locali che quello on rete. Ed è un peccato perché Perugia ha bisogno come del pane di giornalisti che riescano ad essere coscienza critica della città

Nome: Denise Closset
Commento: Quel paletto abbassato al quale nemmeno si sono preoccupati di togliere il cartello che indica il parcheggio è emblematico del modo di pensare in quella parrocchia da parte, spero, solo di alcuni. Sono veramente maleducati ed arroganti

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4943530