14/11/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Festival dei giovani concertisti: un bilancio positivo

Festival dei giovani concertisti: un bilancio positivo
Chiude a Castel Rigone la 19a edizione con un tutto esaurito per l’ultimo concerto

CHIUDE I BATTENTI LA 19° EDIZIONE
DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE GIOVANI CONCERTISTI DI CASTEL RIGONE


Castel Rigone (Pg). Bilancio molto positivo e tutto esaurito per l’ultimo concerto del sedicenne Matteo Giuliani Diez insieme all’Orchestra da camera del Trasimeno diretta da Silvio Bruni: così chiude i battenti la 19° edizione del Festival Internazionale Giovani Concertisti, organizzato dalla Filarmonica G. Verdi di Castel Rigone, e dà appuntamento al prossimo anno per la celebrazione del ventennale.
In molti, di cui gran parte stranieri o provenienti da località vicine, insieme agli abitanti del piccolo borgo affacciato sul Lago Trasimeno hanno partecipato alle 10 serate in cartellone. Grande novità di quest’anno i tre Corsi di perfezionamento in pianoforte, flauto e clarinetto, fortemente voluti dal direttore artistico Cristina Capano, che si sono svolti nel borgo in concomitanza con la prima settimana del festival, importanti classi magistrali condotte dai maestri Orazio Maione, Luciano Tristaino e Simone Simonelli, che hanno visto la partecipazione di allievi provenienti da tutta Italia.
«Proprio nell’ottica di rivolgerci a un pubblico molto vario e di fondere il talento di giovani eccellenze del panorama musicale internazionale con l’esperienza dei professionisti – sottolinea  Capano – abbiamo spaziato dall’ascolto solistico alle esecuzioni di orchestre di cui una, l’Orchestra Oida di Arezzo, è stata affidata alla direzione dalla ventunenne perugina Nil Venditti con la solista al violoncello Sirja Nironen, e un’altra, l’Orchestra da Camera del Trasimeno diretta da Silvio Bruni, ha condiviso il palco con due giovanissimi talenti del pianoforte, entrambi sedicenni (Denis Pagani e Matteo Giuliani Diez)».
In scena al festival anche importanti gruppi da camera, ensemble di musica antica, jazz e solisti di fama internazionale, una originale piéce musico-teatrale dedicata a “Le donne di Mozart” e la consueta esibizione degli allievi delle classi di musica da camera del Conservatorio F. Morlacchi di Perugia a cui il direttore artistico ha sempre riservato un’attenzione particolare.

Info: http://www.festivalgiovaniconcertisti.com
Fb: https://www.facebook.com/pages/Festival-Internazionale-Giovani-Concertisti
 - Ufficio stampa - effe.silvestri@gmail.com, cell. 380 3573336



Francesca Silvestri

Inserito martedì 30 agosto 2016


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4900705