18/09/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Il cammino non è competitivo

Il cammino non è competitivo
Sono finite le olimpiadi. Per un mese, volenti o nolenti, ci hanno coinvolto

Sono finite le olimpiadi
Per un mese, volenti o nolenti, ci hanno coinvolto
Storie umane e di sport per distrarci dai pesi della vita
Quale messaggio mi è rimasto?
Gli atleti stessi parlano di fatiche inenarrabili
E lo scopo è vincere, a tutti i costi
Vincere per la bandiera, per la fama, per i soldi
Soldi non più nascosti, ma esibiti come il centro di tutto
Soldi che giustificano qualsiasi sacrificio
Soldi per i quali si mette all’ultimo posto la salute
Perché col doping il fine giustifica qualsiasi mezzo

Queste olimpiadi mercificate sono lo specchio di un mondo mercificato
La competizione parossistica delle olimpiadi attuali fa il paio alla competizione parossistica finalizzata al massimo profitto della nostra società
C’era il mito che la competizione sportiva canalizzasse l’aggressività dei popoli in sostituzione alle guerre
La nuda e cruda realtà dell’olimpiade è che ha mascherato le tante guerre in atto e le stragi quotidiane di bambini innocenti
L’olimpiade, questa olimpiade, è allora pura ipocrisia
Dove un agire profondamente sano, la gara come gioco, è trasformato in stressante superamento di ogni limite
E gli sprazzi di umanità e sorrisi che riescono a sfuggire all’ingranaggio di tempi e prestazioni
Non bastano a placare l’amarezza d’avere assistito all’ennesimo baraccone messo in scena per tenerci pecore sui nostri comodi divani

Il cammino non è competitivo

Quando cammino non devo battere nessun record
Non devo dimostrare niente a nessuno
E tanto meno a me stesso
Né sono tenuto a indossare l’ultimo marchio alla moda
Cammino per sentirmi libero di andare dove e come voglio
Cammino per far risuonare in me la parte selvatica, non addomesticabile
Cammino per coltivare empatia autentica con le genti e le cose che incontro
La mia olimpiade è ridare voce agli dei che si agitano dentro di me
Che mi avvisano coi sogni del giusto percorso
La mia olimpiade è fatta di silenziosi passi
E non abbisogna di clamori mediatici
Perché la mia alleanza con la natura è fatta di patti intimi e segreti
Mi basta camminare per Essere

(da Il cammino, n. 153, 30 agosto 2016, rivista in rete della Compagnia dei Cammini: www.cammini.eu )


 



Guido Ulula alla Luna

Inserito martedì 30 agosto 2016


Commenta l'articolo "Il cammino non è competitivo"

Commenti

Nome: antonio
Commento: come non condividere dalla prima all'ultima parola? ha detto quello che prova chiunque si mette a camminare

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4817671