19/07/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> L'isolamento delle periferie

L'isolamento delle periferie
Non sarebbe il caso di ripristinare le Circoscrizioni magari su basi nuove e più democratiche e pensare alla nomina del vigile di quartiere? Perché la collettività locale è ancora sana e salda ed ha una sua dignità che va rispettata


Ancora oggi, come ieri, adesso e prima, uno dei problemi più gravi della pubblica Amministrazione è l’isolamento in cui versano le periferie. Un problema che poi suscita anche discussioni legittime tra gli amministrati.

A San Martino in Campo, ad esempio, zona sud del territorio, proprio in questi giorni è evidente come l’ordine e la sicurezza pubblica non sono rispettate anche perché il più vicino centro operativo dei carabinieri è lontano in località Castel del Piano. Così succede che spesso le case sono prese di mira dai ladri, anche più volte, e sono assaltati negozi e addirittura scardinati i centri bancomat.

Il traffico, poi, anche nel centro abitato è sempre fuori controllo per le velocità e le auto parcheggiate ovunque, mentre le centraline dell’autovelox risultano attive ma non operative.

Le strutture pubbliche sono esposte agli atti vandalici, come risulta nel caso della bella area verde pubblica al centro del paese, malgrado il lodevole impegno del volontariato sociale.

Alcune strade risultano invase dalle radici delle piante che provocano avvallamenti a rischio, quando la coabitazione fra verde e cittadinanza dovrebbe essere regolamentata e contenuta.

Esistono alcune aree urbane rimaste abbandonate, come la zona ex-tennis dove le strutture sportive preesistenti furono abbattute per dare spazio alle nuove, mai realizzate dopo anni.

E ancora esistono cantieri pubblici aperti o annunciati di cui si sa poco per quanto attiene il loro servizio e la loro utilità ecc… Insomma non sarebbe forse il caso di ripristinare le Circoscrizioni magari su basi nuove e più democratiche e pensare alla nomina del vigile di quartiere? Questo perché la collettività locale è ancora sana e salda ed ha una sua dignità che va rispettata.



Lauro Ciurnelli

Inserito martedì 25 ottobre 2016


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4731884