21/01/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Come non ti lascio costruire su ogni cima di collina

Come non ti lascio costruire su ogni cima di collina
La regione Umbria con proprio atto del 14 settembre 2016 ha apposto il vincolo di salvaguardia del bosco! Domandiamo pubblicamente al sindaco se su questa vicenda e su altre analoghe ( leggi Colle della Trinita’) può fare analoga affermazione di coerenza


LETTERA APERTA AL SINDACO DI CORCIANO

Nell’ottobre del 2102 abbiamo raccolto, con una sottoscrizione pubblica, circa seicento adesioni di cittadini Corcianesi, affinché il sindaco salvaguardasse dalla edificazione la sommità boscata della collina il Monte del quartiere Girasole vista la sua pianificazione urbanistica a impianti sportivi, parcheggi ecc..

Visto il suo programma elettorale :“partecipazione: ascoltare i cittadini, le imprese, le associazioni, per una politica sussidiaria e di servizio verso il territorio.. Processi di democrazia partecipata per segnalare eventuali proposte o situazioni di degrado urbano”;
“associazioni: valore al volontariato sociale, all’associazionismo...;
“ ambiente e territorio : ..il paesaggio bene comune da tutelare e valorizzare. Consumo zero del territorio...”
ci attendevamo una risposta pronta, attenta alla cittadinanza, coerente con la fiducia chiesta agli elettori, invece nulla di tutto questo!

L’operato del comune a fronte della istanza di seicento cittadini firmatari, ma sicuramente di molti altri ancora, è stato oggettivamente, da subito, di opposizione tenace e di ostacolo alla salvaguardia di questa collina boscata, cosi come invece chiesto dalla cittadinanza a gran voce.

Tant’è che mentre da un lato il comune operava ogni azione di ostacolo all’iter aperto dagli uffici regionali, attenti a questa nostra istanza, dall’altro ha intrapreso irresponsabilmente la realizzazione di percorsi pedonali all’interno del bosco! proprio per far venir meno le condizioni per l’apposizione del vincolo di salvaguardia e aprire la strada ad un cambio di destinazione urbanistica, per l’edificazione e dare cosi il colpo mortale al bosco e alla collina quale bene comune, per raccogliere nell’ennesimo intervento edilizio speculativo pochi denari dagli oneri di concessione, da sperperare poi!

Ci siamo opposti tenacemente a questo, con ogni iniziativa formale e tecnica, costretti a spendere soldi per consulenze tecniche, fino a smascherare il complice e irresponsabile operato della comunità montana del Trasimeno che prontamente si era adeguata, in una logica consociativa, ai desiderata del comune di Corciano, impedendo di fatto agli uffici regionali l’esercizio delle proprie prerogative in materia di salvaguardia del bosco!

Dopo quattro anni, smascherata e annullata la vera volontà del comune, come Cittadinanzattiva possiamo affermare con forza che la fiducia richiesta ai cittadini con la petizione non l’abbiamo tradita, ma l’abbiamo difesa strenuamente e ora il bosco rimarrà bosco per noi e le prossime generazioni!

Infatti la regione Umbria con proprio atto del 14 settembre 2016 ha apposto il vincolo di salvaguardia del bosco! Domandiamo pubblicamente al sindaco se su questa vicenda e su altre analoghe ( leggi Colle della Trinita’) può fare analoga affermazione di coerenza.

SABATO 12 NOVEMBRE 2016 ORE 15,30 BIBLIOTECA LA COMMENDA GIRASOLE
CITTADINANZATTIVA INCONTRA I CITTADINI SU QUESTO RISULTATO
INVITA LA AMMINISTRAZIONE COMUNALE
INVITA IL COMITATO CITTADINI COLLE DELLA TRINITA’



Cittadinanzattiva Assemblea di Corciano


Inserito mercoledì 2 novembre 2016


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4454890