19/11/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Porta Pesa: passione civile contro la sala d'azzardo

Porta Pesa: passione civile contro la sala d'azzardo
... e per la sala studio, perché è di sale che generano cultura che ha bisogno il quartiere

Sabato mattina Libera Umbria e Borgo Sant'Antonio Porta Pesa hanno protestato contro la prospettata apertura di una sala d'azzardo a ridosso di ben tre plessi scolastici: una materna, una elementare e una media. Con loro la Società Generale di Mutuo Soccorso, Vivi il borgo, alcuni consiglieri comunali e numerosi cittadini.

È stata un incontro composto, civile e determinato, nel quale l'associazione Borgo sant'Antonio ha manifestato l'intenzione di chiedere al Rettore dell'Università di aprire a Porta Pesa una sala studio per studenti, perché è di sale che generano cultura che ha bisogno il quartiere.

Libera Umbria ha ricordato il dovere che l'amministrazione comunale di Perugia ha di non consentire l'apertura del locale.

Mentre la Società di mutuo Soccorso ha fatto presente che compito di Sindaco, Presidente di Regione, Prefetto, Questore, Comandante Legione Carabinieri, della Finanza e Direttore Generale Azienda Usl 1 è quello di riunirsi e trovare in breve tempo la soluzione che non consenta l'apertura di una sala d'azzardo che produrrà solamente malattia per le persone, il quartiere, la città.

Al termine della manifestazione le persone presenti sono andate a ringraziare le forze dell'ordine, poi a vedere il locale di proprietà dell'Università che i residenti di Porta Pesa hanno individuato come luogo adatto per la Sala studio.

Foto galleria di Cesare Barbanera - https://photos.google.com/…/AF1QipOx9QY60LlLPgUkniUzfrj-uwZ




Inserito lunedì 19 dicembre 2016


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4907702