22/08/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Ecco il più bel regalo di Natale ai bambini di Gaza

Ecco il più bel regalo di Natale ai bambini di Gaza
Ricostruito il centro distrutto durante l’ultima operazione militare Margine Protettivo: la nuova Terra dei Bambini è viva! e rappresenta una finestra di luce nel grigio panorama della Striscia di Gaza

:

Grazie al supporto di tutti i donatori, che hanno creduto in Vento di Terra e in questo progetto, a poco più di due anni dalla sua distruzione, oggi la Terra dei Bambini torna ad essere il cuore pulsante di una Gaza che resiste e spera in un futuro di pace.

Martedi 13 dicembre, con grande gioia ed emozione, la nuova Terra dei Bambini ha aperto i suoi spazi ai bambini ed alle bambine di Um Al Naser. Terminati nei giorni scorsi i lavori di ri-costruzione, il centro è stato inaugurato alla presenza della comunità internazionale. La cerimonia ha visto una grande partecipazione locale, caratterizzata da gioia, allegria e speranza.

Erano presenti i più importanti rappresentanti istituzionali italiani, tra cui il Console Generale d’Italia a Gerusalemme Fabio Sokolovic e la direttrice dell’Aics Gerusalemme Cristina Natoli, insieme ai i referenti della comunità locale, l’ingegnere Sobhi Nasser, e del partner di Vento di Terra a Gaza, Canaan Institue of New Pedagogy, Mr Issa Saba. La cerimonia condotta da Gioia Benedetti, rappresentante in loco per Vento di Terra, e Sara Alafifi, coordinatrice locale dei progetti di Vento di Terra a Gaza, ha visto l’attiva partecipazione della direttrice della scuola, Mss Fatima Abu Rashed e di tutto lo staff educativo, che ha ricevuto gli attestati di merito per la formazione effettuata nei mesi scorsi sui metodi partecipati di insegnamento.

Ad accompagnare gli interventi istituzionali, il canto delle bambine che da oggi, felici, hanno cominciato a dare vita al nuovo spazio.

La nuova Terra dei Bambini è un edificio di 400 mq, che conta 6 classi, un’area esterna per il gioco libero e per la creazione di un orto didattico, un’aula insegnanti e di direzione ed un’area polivalente per pratiche di apprendimento attivo e creativo. Con l’inaugurazione della nuova Terra dei Bambini, Um Al Naser torna ad essere un riferimento per le politiche di supporto all’infanzia e alla famiglia. Il centro rappresenta infatti un modello sia dal punto di vista architettonico, realizzato secondo i principi dell’architettura bioclimatica con la partecipazione dello studio Arcò – Architettura e Cooperazione, sia per le pratiche pedagogiche che vi vengono praticate, ispirate all’approccio montessoriano ed ai metodi di apprendimento attivo.

La nuova Terra dei Bambini, che completa la fase di ricostruzione delle infrastrutture distrutte durante l’ultima operazione militare Margine Protettivo, rappresenta una finestra di luce nel grigio panorama della Striscia di Gaza.



Vento di terra


Inserito sabato 24 dicembre 2016


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4773317