25/03/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Il muro di viale Indipendenza: non dà l'idea di una città terremotata?

Il muro di viale Indipendenza: non dà l'idea di una città terremotata?
Un grande spacco, transennato e tamponato da mesi, sul muro esterno della Rocca Paolina: non è stato provocato dal terremoto ma dà l'idea di una città terremotata

A Perugia, città a molti chilometri dalle zone terremotate non toccata dal sisma, ti può capitare di essere redarguito da commercianti del Centro se parli di una scossa di terremoto. Come se danneggiasse il turismo e i loro affari parlare di un avvenimento che con i media di oggi tutto il mondo viene a conoscere in tempo reale.

Poi cammini per viale Indipendenza, unica strada di accesso al centro storico transitatissima da auto, bus e turisti, e t'imbatti in un'immagine come quella che potete vedere dalle foto. Un grande spacco, transennato e tamponato da mesi, sul muro esterno della Rocca Paolina, uno dei monumenti più conosciuti di Perugia.

Non è stato provocato dal terremoto ma dà l'idea di una città terremotata ben più di un semplice post. Eppure questo non indigna, non provoca proteste, lascia indifferenti coloro che vorrebbero che del terremoto nemmeno se ne parlasse.



Vanni Capoccia

Inserito giovedì 2 febbraio 2017


Commenta l'articolo "Il muro di viale Indipendenza: non dà l'idea di una città terremotata?"

Commenti

Nome: Franz
Commento: A.Rally..... Hai la bocca sacrilega! Il tuo amico Locchi doveva fare il sopralluogo e fare le dovute verifiche durante i lavori di restaurazione invece di fumare la pipa al caffè di Perugia tutte le mattine delle sue legislature.

Nome: riccardo vandoni
Commento: C'è un altro luogo di Perugia che sembra terremotato: è il pavimento di Corso Vannucci

Nome: Alessio Relli
Commento: Franz, un troll che è una garanzia

Nome: Franz
Commento: Il muro è li da centinaia di anni e non cadrà mai. I cittadini si devono lamentare con le amministrazioni precedenti riguardo l'avvocato del comune, che grazie alla sinistra, ha una pensione di 600.000 euro anno. Tutto questo per aver vinto delle cause contro i cittadini stessi del comune di Perugia dove per risparmiare quattro soldi ora siamo costretti a pagare la profumata parcella legale. Vergognatevi !!

Nome: Costanza Ciabatti
Commento: I commercianti del Centro non vogliono che si parli di terremoto poi di fronte a queste cose stanno zitti

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4553067