22/07/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Un "Ape" per Luigino

Un "Ape" per Luigino
Luigino, abitante di Castelluccio di Norcia, ha perso tutto, compreso l'Ape cinquanta: doniamogliene uno

La tragedia del terremoto che ha bersagliato una parte dell'Umbria delle Marche e del Lazio ha colpito a fondo l'anima di tante persone, che in vario modo hanno cercato e cercano d'essere vicini a questi loro connazionali.

Una calamità collettiva quello del terremoto fatta di tanti drammi individuali. Noi siamo rimasti colpiti da quello di Luigino, abitante di Castelluccio di Norcia. Uno dei pochi che vivono nel Borgo tutto l'anno e che ha perso tutto. Rimasto con i vestiti che aveva addosso e un sacchetto di lenticchie nelle mani e che, preso dalla disperazione, lanciò un urlo di dolore per l'Ape cinquanta che aveva perso parlandone come se fosse una persona: “Lui non c'è più è sotto le macerie dopo molti sacrifici ero riuscito ad averlo: Ape cinquanta ciaooo”

La “Società Generale di Mutuo Soccorso di Perugia” ed il “Comitato Pretola – Ponte D'Oddi per le persone terremotate” venuti a conoscenza del caso hanno, in collaborazione con il Cinematografo sant'Angelo e gli “Amici di Dino Frisullo”, deciso di donargliene uno.

Per questo verranno raccolti fondi in occasione della presentazione che si terrà il 24 febbraio alle ore 17,30 al Cinematografo Sant'Angelo (in via Lucida 6, traversa di Corso Garibaldi) del documentario amatoriale “Le città di Perugia” di Guglielmo Benemio e Marcello Catanelli (ingresso libero e gratuito), che fa seguito a “Perugia non solo Medioevo” gettando lo sguardo nei nuovi centri della città.

Al termine della proiezione chi vorrà potrà rimanere per una cena di solidarietà che si terrà alla Sala Miliocchi di Corso Garibaldi 136; prezzo 15 Euro per prenotarsi telefonare a Primo Tenca al 340 283 1959 o allo 075 5732015.

A questa iniziativa ne seguirà un'altra a Pretola sulla quale daremo successivamente informazioni dettagliate.

La solidarietà è bella, e quando è praticata insieme a tante persone lo è ancora di più.




Società Generale Mutuo Soccorso di Perugia, Comitato Pretola – Ponte D'Oddi per le persone terremotate

Inserito sabato 11 febbraio 2017


Commenta l'articolo "Un "Ape" per Luigino"

Commenti

Nome: Società Operaia
Commento: Chi non potrà venire alla cena, ma vuol lasciare un contributo potrà farlo al cinematografo sant'Angelo dove viene proiettato il documentario su Le città di Perugia. Oppure telefonare ai numeri dove ci si può prenotare per la cena mettendosi d'accordo con Primo Tenca sul modo di lasciare un contributo. La solidarietà è bella, ma se fatta in tanti lo è ancora di più. Grazie

Nome: Andrea Dozi
Commento: E chi non può andare alla cena come può lasciare un contributo?

Nome: Giap
Commento: Daje Luigino che 'n apetto tel damo / n'apetto siguro che nva contromano

Nome: cesare barbanera
Commento: Una bellissima iniziativa e che sia il primo passo per tutti coloro che hanno Castelluccio nel cuore e vogliono farlo rinascere il prima possibile.

Nome: paolo ventanni
Commento: Almeno al cinema sant'angelo per poter dare il mio contributo ci sarò

Nome: 'L Raspante
Commento: Bartoccio se te viene potreste dedicà 'na bella bartocciata ta Luigino, 'l su apetto e Castelluccio che se la mette su facebocche la mandamo ta tutti quilli de Castelluccio

Nome: Claudio Belladonna
Commento: Bellissima iniziativa

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4735609