22/09/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> La sala giochi è un problema di Perugia

La sala giochi è un problema di Perugia
La sala si trova a Perugia, nel suo Centro storico, appiccicata ad una scuola elementare, a pochi metri dalla scuola media e dalla materna. Quindi il problema è nella città di Perugia e lei per prima deve risolverlo

Vorrei tornare sulla Sala Giochi-scommesse di Porta Pesa dove, come ha denunciato la Tramontana, i lavori continuano. 

Da quando Libera, Associazione di Borgo sant'Antonio-Porta Pesa, Società di Mutuo Soccorso e Vivi il Borgo sollevarono il problema, dalle dichiarazioni dell'assessora Casaioli rilasciate ai media si capiva che l'unico suo intento era quello di scaricare su altri il problema. Nella fattispecie sulla Regione dell'Umbria. 

Ma il fatto è che la sala si trova a Perugia, nel suo Centro storico che ha già tanti problemi e cosa ancor più grave è appiccicata ad una scuola elementare, la Montessori, a pochi metri dalla scuola media Foscolo e dalla materna Santa Croce. 

Quindi il problema è nella città di Perugia ed è lei per prima che deve risolverlo. 

Come? Sindaco, vicesindaco e assessora Casaioli convochino una riunione con assessore regionale competente, con il Prefetto e non escano dalla sala finché non sarà trovato la soluzione che non consenta l'inizio dell'attività. 

Certo che diventerebbe tutto più facile da ottenere se i consiglieri comunali di Perugia non si accontentassero di un voto in consiglio e incalzassero, fino a quando non si sarà arrivati alla chiusura, non solo la Giunta comunale ma anche i loro colleghi nel consiglio regionale che su questo argomento alzano spesso e volentieri il classico muro di gomma. 

E poi indispensabile a questo scopo è il ruolo della società civile, singoli cittadini, associazioni. E soprattutto di insegnanti e genitori, anche loro dovrebbero sentire il dovere di essere protagonisti in prima persona come in questi giorni stanno dimostrando genitori e insegnati del Galilei.




Andrea Misiani

Inserito venerdì 3 marzo 2017


Commenta l'articolo "La sala giochi è un problema di Perugia"

Commenti

Nome: Giorgio
Commento: Se Prefetto, Questore, Presidente giunta regionale e sindaco Andrea Romizi non vogliono che venga aperta la sala giochi si riuniscono e la sala giochi non apre. Se vogliono che apre si trincerano dietro le delibere, i rimpalli di responsabilità, eccetera eccetera eccetera...

Nome: Orietta Fabi
Commento: Un articolo che dice le cose come sono. Ci sono responsabilità da parte di chi ha il potere di decidere: Prefetto, Questore, Sindaco, Presidente di Regione.

Nome: Giuseppe
Commento: Sicuri che in regione non vogliano la sala scommesse?

Nome: Dori Verdi
Commento: In Comune e in Regione fanno i pesci in barile

Nome: Vanni Capoccia
Commento: Come è uscito su la tramontana il post precedente hanno "oscurato" meglio i locali. Ma i lavori sono andati avanti e praticamente finiti.

Nome: Claudio Belladonna
Commento: Fino a pochi giorni fa si vedeva che dentro fervevano i lavori, dopo il mio post pubblicato dalla Tramontana hanno ricoperto bene i vetri per non far vedere dentro. Adesso dopo questo chissà cosa faranno... Comunque i lavori sono quasi finiti e presto apriranno

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4823877