21/07/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Addio, Emilio Spizzichino

Addio, Emilio Spizzichino
Lutto nell'ambiente della musica e del teatro a Perugia

Dopo una malattia che l'ha tenuto sul filo per circa quattro anni, il pianista Emilio Spizzichino è scomparso, lasciando un vuoto incolmabile non solo nella sua famiglia, ma anche nell' ambiente della musica e del teatro, dove per tanti anni ha prodigato le sue migliori energie ed il suo eccezionale talento di compositore ed interprete al pianoforte delle più belle musiche.

Emilio Spizzichino si era formato studiando pianoforte al Liceo Musicale "F. Morlacchi" di Perugia, con il M° Tullio Macoggi, evidenziando subito un naturale talento e spiccate doti per la composizione di temi lirici ed ariosi. La sua personalità schiva, sensibilissima e del tutto aliena da quegli atteggiamenti troppo spesso necessari ad acciuffare il successo negli ambienti professionistici, non gli avevano dato quel riconoscimento pubblico nazionale che la sua squisita, feconda creatività meritava.

Certe sue composizioni eseguite solo al pianoforte e poi riproposte con i nuovi mezzi che la tecnologia più avanzata in questo settore mette oggi a disposizione, non avevano niente da invidiare ai più bei brani di grandi musicisti come Ennio Morricone o Nino Rota.

Nel 1981, Spizzichino cominciò a collaborare con il Canguasto, costituendo un trio vincente con Bicini e Chiarini; un sodalizio artistico che è andato avanti anche dopo la scomparsa di Bicini, fino a che le condizioni di salute glielo hanno permesso. Emilio Spizzichino aveva una notevole capacità di tradurre in musica immagini e suggestioni poetiche. Sue musiche hanno infatti commentato documentari prodotti da rai tre. Oltre cinquanta sono le composizioni del genere della new age che portano la sua firma.

Lunga è stata anche la sua collaborazione con le emittenti private come Tef. Mariella Chiarini e tutti coloro che hanno condiviso con lui indimenticabili momenti artistici serberanno sempre nel cuore il ricordo di un artista e di un uomo sensibile, delicato, gentile, oltre che geniale nelle sue creazioni.



Mariella Chiarini

Inserito lunedì 13 marzo 2017


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4734308