22/09/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Musica e arte della sabbia

Musica e arte della sabbia
“A quattro mani”, spettacolo sperimentale che esalta il suono del basso elettrico e quello della sabbia, lunedì 21 agosto a Castel Rigone

 

Castel Rigone (PG). “A quattro mani”, di e con la sand artist Gabriella Compagnone e Daniele Mencarelli (basso elettrico), lunedì 21 agosto alle ore 21 in Piazza S. Agostino per la penultima serata del Festival Internazionale Giovani Concertisti, è uno spettacolo sperimentale di grande impatto emotivo che saprà coinvolgere il pubblico in un viaggio verso sonorità originali. Tra i diversi "quadri" presentati, sarà musicata e illustrata la storia del “Piccolo principe”.
Com’era nelle aspettative, il direttore artistico Cristina Capano ha scelto di portare sul palco anche quest’anno generi musicali diversi, senza trascurare soluzioni innovative e sperimentali di grande qualità  ma sempre in grado di coinvolgere il pubblico e avvicinarlo quanto più possibile all’ascolto musicale.
La capacità di saper fondere musica e talento artistico, in una performance che esalta il potere evocativo del suono del basso elettrico e quello della sabbia, sono forse l’epressione più originale di questa XX edizione. La sabbia infatti da elemento naturale si fa qui vero e proprio strumento musicale, scavalcando il confine del video; così alle classiche sonorità del basso elettrico si affiancheranno soluzioni sonore alternative che, da puro elemento accompagnatorio, diverranno vere protagoniste dello spettacolo. Il tutto sarà riprodotto artigianalmente, cioè senza l'uso di effetti elettronici. In tre parole: a mani nude.
Gabriella Compagnone, 27 anni, è nata a Sezze Romano ed è attualmente considerata la prima sand artist d’Italia ovvero un’artista della sabbia. Esordisce partecipando a uno dei talent show più noti che le danno immediata visibilità mediatica riconoscendole grandi capacità artistiche. Da allora, una lunga serie di collaborazioni e partecipazioni a importanti eventi l’hanno portata ad essere una delle più grandi artiste di sabbia del momento. Nel 2010 ha lavorato al film “Avevo sei anni e mezzo”, per due anni consecutivi ha accompagnato la maratona di Telethon RAI contro le rare malattie genetiche e ha offerto la sua ricerca grafica al servizio di eventi per ONLUS importanti. Nel 2013 ha offerto la sua speciale collaborazione alla realizzazione del videoclip musicale di “Come Puoi”, canzone cantata da Massimo Ranieri e incisa in occasione della Giornata Mondiale della gioventù. Nel 2014 il suo contributo è andato al docufilm “La musica Provata” di Erri De Luca e, sempre nel 2014, ha ricoperto un ruolo importante nella produzione del documentario su Eduardo De Filippo “Perché Eduardo è Eduardo” di Michele Sciancalepore con cui collabora dal 2013 all’interno della trasmissione “Retroscena” (TV 2000).
Daniele Mencarelli, diplomato al Conservatorio Morlacchi di Perugia in contrabbasso con Silvio Bruni, è anche uno specialista del basso elettrico. Uno dei più interessanti musicisti della sua generazione, le sue collaborazioni spaziano dal jazz (con Danilo Rea, Stefano Bollani, Franco Cerri, Andy Gravish, George Benson, Fabrizio Bosso, Mirco Guerrini, John Arnold, Gabriele Mirabassi, Battista Lena, Claudio Filippini) al pop d'autore (Ivano Fossati, Sergio Cammariere, Fiorella Mannoia, Gianni Morandi), registrando svariati dischi in entrambi i settori.
Si è esibito in importanti Festival come Umbria Jazz, Roccella Jonica, Grey Cat Festival, Peperoncino Jazz Festival, Villa Celimontana, Terni in Jazz, Time in Jazz, Iawn London, Marsiglia.


Francesca Silvestri - Ufficio stampa - effe.silvestri@gmail.com, cell. 380 3573336
Info: http://www.festivalgiovaniconcertisti.com
Fb: https://www.facebook.com/pages/Festival-Internazionale-Giovani-Concertisti




Inserito venerdì 18 agosto 2017


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4823840