20/05/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Degrado chiama degrado

Degrado chiama degrado
Da alcuni giorni è scomparso il contenitore per la raccolta del verde situato dietro la stazione di San Martino in Campo, in cui venivano conferite grandi quantità di falciature e potature


La località si caratterizza come una realtà fatta di abitazioni sia singole che condominiali con annessi giardini e spazi di verde e comunque una zona con ancora caratteristiche rurali.

Ci si chiede se è vera la notizia che Gesenu abbia intenzione di non ricollocare i contenitori e che tali rifiuti dovrebbero essere conferiti presso i centri di raccolta comunali. Se così fosse si creerebbe un notevole disagio ai cittadini dato il centro di raccolta comunale non è proprio a due passi. Quando cadono le foglie, si falciano i prati, si effettuano potature si riempiono  sacchi e sacchi e allora che si fa? Si fa avanti e indietro da Collestrada o dalla Pallotta con le automobili aggiungendo costi e inquinamento? Eppure mi pare che la tassa sui rifiuti sia un balzello di una certa rilevanza.

Intanto a  San Martino in Campo la situazione è questa.

Siamo vicino alla stazione, zona di degrado come si può vedere dai graffiti che deturpano le costruzioni, le erbe infestanti sui binari ed ora i sacchi del verde accatastati, veramente un bello spettacolo.

 



Elvia Ricci


Inserito venerdì 22 settembre 2017


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4645345