26/02/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Bando per efficienza energetica

Bando per efficienza energetica
Umbria protagonista con sei milioni di euro


 “Opportunità rivolta a aziende di tutti i settori produttivi per razionalizzare l'uso dell'energia. Finanziamento degli interventi fino all'80 per cento” “Un atto importante, che dimostra la volontà della nostra regione di dare seguito agli impegni per perseguire gli obiettivi del protocollo di Kyoto a iniziare dal risparmio e dall'efficienza energetica. L'economia del carbone e degli altri combustibili fossili ha fatto il proprio tempo e oggi dobbiamo con sempre maggiore fiducia puntare sulle fonti rinnovabili e pulite, unica opportunità per unire le ragioni dell'ambiente e della ripresa economica, al di là delle politiche illusorie e conservatrici del governo Berlusconi”. Con queste parole Oliviero Dottorini, capogruppo dei Verdi e civici in Consiglio regionale e presidente della commissione Bilancio e affari istituzionali di Palazzo Cesaroni, commenta la pubblicazione del bando della Regione Umbria rivolto alle piccole, medie e grandi imprese di tutti i settori produttivi - industria, artigianato, commercio, turismo e servizi - che realizzeranno investimenti volti a contenere i consumi di energia elettrica e di calore nei processi produttivi. Il fondo è stato finanziato con 6 milioni di euro. “Invitiamo le imprese e le associazioni di categoria a cogliere questa opportunità sia per contribuire al rispetto degli impegnii di Kyoto, razionalizzando la produzione di energia, sia per garantire l'abbattimento delle spese per l'energia e quindi una maggiore economia per l'azienda. Oltretutto – continua l'esponente del Sole che ride – l'investimento da parte dell'azienda sarà minimo. Il bando infatti prevede un finanziamento che andrà a coprire fino all'80 per cento della spesa sostenuta, su un intervento massimo di 600 mila euro. Il termine ultimo per la presentazione delle domande è fissato per il 31 luglio di quest'anno, facciamo appello perché le aziende non si lascino sfuggire questa importante opportunità, consentendo alla nostra regione di fare la propria parte nella lotta ai cambiamenti climatici”. Nel dettaglio, il bando consiste nell’ulteriore finalizzazione degli interventi che consentono alle imprese, tramite la diagnosi energetica introdotta per la prima volta, di verificare le specifiche criticità energetiche, piuttosto che realizzare interventi generici con risultati energetici incerti. Sulla base dell’analisi, l’azienda individua poi la soluzione su misura fra le oltre cinquanta previste dal bando, sul versante elettrico e termico (sostituzione di motori elettrici, inverter, pompe, apparecchi illuminanti, compressori, caldaie, bruciatori, coibentazioni dell’edificio eccetera).

Perugia, 16 aprile 2009 
 



Oliviero Dottorini

Inserito venerdì 17 aprile 2009


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5042331