23/05/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Nasce Osiamo, l’osservatorio sui servizi di igiene ambientale

Nasce Osiamo, l’osservatorio sui servizi di igiene ambientale
Promosso da Adic, Cittadinanzattiva e Legambiente Umbria con l’obiettivo di monitorare la qualità effettiva dei servizi ambientali erogati dalle pubbliche amministrazioni e promuovere una partecipazione attiva al monitoraggio dei servizi pubblici in tema di rifiuti

 
Adic, Cittadinanzattiva e Legambiente Umbria uniscono forze e competenze e danno vita ad O.S.I.A.M.O, l’Osservatorio sui Servizi di Igiene Ambientale ed il Monitoraggio delle società Operative con l’obiettivo di monitorare la qualità effettiva dei servizi ambientali erogati dalle pubbliche amministrazioni e promuovere una partecipazione attiva al monitoraggio dei servizi pubblici in tema di rifiuti.

“In un contesto regionale estremamente disomogeneo, con un sub ambito che si prepara alla tariffa puntuale ed un altro sconquassato dalle indagini e da un rimpallo di responsabilità che non pare portare a quel cambio di passo non più rinviabile, il ruolo dei cittadini, attraverso il contributo autorevole e competente di associazioni come le nostre, diventa determinante - spiegano Giuliano Mancinelli di Adic, Danilo Bellavita di Cittadinanzattiva e Alessandra Paciotto di Legambiente - Abbiamo quindi deciso di dar vita ad O.S.I.A.M.O. attraverso il quale intendiamo essere parte attiva nell’elaborazione di strategie di miglioramento e risoluzione dei problemi così da contribuire al miglioramento della qualità dei servizi erogati in tema di rifiuti”.

“Soprattutto con O.S.I.A.M.O – continuano le associazioni – intendiamo candidarci ad essere quel soggetto terzo in grado di svolgere il monitoraggio sull’operato delle aziende affidatarie dei servizi di igiene ambientale che la legge prevede. Gli Enti territorialmente competenti devono infatti attivare dei monitoraggi permanenti ai quali la norma richiede anche la partecipazione delle associazioni dei cittadini e degli utenti per verificare periodicamente i parametri qualitativi e quantitativi dei servizi. Legge sempre disattesa in Umbria”.

L’Osservatorio O.S.I.A.M.O. è aperto al contributo di altre associazioni di consumatori e ambientaliste che ne condividono gli obiettivi e le modalità organizzative e stringerà collaborazioni con gli Osservatori che le Amministrazioni pubbliche stanno promuovendo sul territorio (Osservatorio Verso Rifiuti Zero dei Comuni del Trasimeno e l’Osservatorio sui rifiuti del Comune di Perugia). Primo passo, la richiesta di incontro a Cristian Betti, Presidente di Auri Umbria.



Legambiente Umbria


Inserito mercoledì 8 novembre 2017


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4651571