21/01/2018
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Un mondo diverso è possibile?

Un mondo diverso è possibile?
I problemi esistono, ma nessuno sembra interessarsene. Il primo fra tutti è quello del rischio di cementificazioni diffuse in terreno fertile


Per un breve esame sulla vita a San Martino in Campo in quest’anno ormai passato, forse, va in particolare rilevata la mancanza di un minimo confronto pubblico sui problemi locali. Almeno come nei modi degli anni di operatività della Circoscrizione. Quando alcune scelte venivano partecipate e hanno richiesto una vera e propria mobilitazione. Come in occasione dell’esproprio dell’area verde, l’apertura degli svincoli di attraversamento sulla E45, la protesta per evitare l’avvio di attività di cave in terreno agricolo fertile, il tentativo di realizzare con il metodo partecipativo dal basso la riforma sanitaria, ecc…

Oggi al contrario i problemi esistono, ma nessuno sembra interessarsene.

Il primo fra tutti è quello del rischio di cementificazioni diffuse in terreno fertile. La proposta di realizzare un grosso polo commerciale, poi svanita, ha, infatti, suscitato molti interessi. In effetti adesso la situazione del sistema agricolo è molto confusa, tanto che alcuni appezzamenti di terreno restano incolti o mal coltivati in una prospettiva di avviare uno sviluppo urbanistico forzato e incontrollato.

Non ne vogliamo parlare? Si tratta di capire  quale crescita urbanistica avrà il nostro territorio, dove la realtà paesaggistica ha ancora una sua evidenza.

Senza considerare la indiscussa verità che noi non siamo padroni del posto dove solo casualmente viviamo e siamo ospiti per un breve periodo.

Comunque auguri a tutti i compaesani soprattutto per un futuro di pace contro le follie di due personaggi grotteschi apparsi nella scena del nostro tempo: un ridicolo tirannello asiatico e  un nuovo presidente degli Stati Uniti altrettanto discutibile. Anche se questo che viviamo è uno dei peggiori mondi possibili.

 



Lauro Ciurnelli, ambientalista

Inserito giovedì 28 dicembre 2017


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 3806830