19/05/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Il presidio in Piazza: Perugia antifascista!

Il presidio in Piazza: Perugia antifascista!
Ora l'importante non cadere nella trappola della risposta violenta: quello che vogliono i fascisti

(foto di Marco Giugliarelli)

Forte, ampia, emozionata e compatta stata la risposta degli antifascisti perugini alla brutale e infame aggressione subita da due militanti di Potere al Popolo, uno dei quali stato accoltellato e l'altro ha subto un trauma cranico.

Di colpo ci siamo sentiti risucchiati nel clima torbido delle provocazioni degli anni Settanta, che ha avvelenato anche le strade di Perugia con agguati e aggressioni fasciste.

Ora l'importante non cadere nella trappola della risposta violenta: quello che vogliono i fascisti, per presentarsi come vittime e far parlare i media di "scontri fra opposti estremismi".

La risposta nella vigilanza, nella denuncia, nella partecipazione popolare alle iniziative antifasciste.

Bisogna isolare i fascisti, non riconoscere loro alcuna concessione politica, negare gli spazi pubblici, richiamandosi alla Costituzione e alla storia della nostra citt e del Paese.

E smetterla di dire che il fascismo appartiene al passato senza accorgersi che sta tentando di rialzare la testa. Come per la mafia, chi nega il problema del nuovo fascismo gi colluso con esso.




Inserito gioved 22 febbraio 2018


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4645121