24/01/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Una storia che non va giù

Una storia che non va giù
Oggi Borgo XX Giugno deve subire lo sfregio dell'apertura di una sede di Forza Nuova, a due passi da dove fu fucilato Mario Grecchi


La lettera dei cittadini di Borgobello (Porta San Pietro e Borgo XX Giugno)


 
Il 20 giugno 1944 Perugia si liberò dei nazifascisti.

Oggi Borgo XX Giugno deve subire lo sfregio dell'apertura di una sede di Forza Nuova, e cioè di un movimento apertamente neo-fascista, a due passi da dove fu fucilato Mario Grecchi, nel cuore di un quartiere che negli ultimi anni si è caratterizzato come un luogo di cultura, socialità, inclusione, tolleranza.

A molti di noi questa storia non va giù.

Giovanni Dozzini






Inserito mercoledì 28 febbraio 2018


Commenta l'articolo "Una storia che non va giù"

Commenti

Nome: Giap
Commento: E se la Tramontana, l'Anpi ci invitassero ad essere il XX Giugno nel Borgo e durante la cerimonia cantassimo Bella Ciao?

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4460466