21/04/2018
direttore Renzo Zuccherini

Home >> È arrivata la primavera

È arrivata la primavera
A Pietralunga, nell'area espropriata alla mafia e gestita da Libera, si svolge una festa in occasione della raccolta: perché la popolazione locale non partecipa con in testa il primo cittadino?


Con l’arrivo della bella stagione si celebra anche la giornata dedicata a tutte le vittime innocenti per le mafie. La mafia, però, ai giorni nostri è in tutta la penisola come un male oscuro che si insinua dappertutto, anche nei posti meno sospetti.

Come interpretare, infatti, quanto sta accadendo nel Comune di Pietralunga nell’Alta Valle del Tevere, dove insiste una vasta area di circa cento ettari, di cui venti seminativi e ottanta boscati, espropriata alla mafia e gestita dall’associazione “Libera”?

Ebbene ogni anno alla fine del periodo lavorativo si svolge una breve festa in occasione della raccolta delle produzioni agricole attraverso il volontariato.

In quell’occasione risulta che la popolazione locale non partecipa con in testa il primo cittadino, che risulterebbe eletto in ambito Pd, alimentando così un clima poco collaborativo proprio nella patria del Francescanesimo e la città di Capitini, il filosofo della pace.



Lauro Ciurnelli

Inserito venerdì 23 marzo 2018


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 3949197