23/01/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Museo delle acque: che peccato!

Museo delle acque: che peccato!
Vi sembra un sistema museo questo? E pensare che basterebbe davvero poco denaro, ma solo più sensibilità "politica" che purtroppo non vedo né ieri né oggi

Come é possibile che un luogo a pochi chilometri dalla città di Perugia, bello, interessante, con un'opera come il "conservone" del XIII secolo, sia lasciato all'abbandono, all'incuria ed al degrado?

Altre regioni d'Italia, farebbero carte false per avere siti cosi importanti ed invece in Umbria si lascia andare in rovina gran parte del patrimonio naturale e storico.

C'è il museo delle acque, interessantissimo, che si può visitare su prenotazione, ma poi le guide, tra l'altro molto preparate, non hanno la chiave del conservone, che deve essere richiesta e viene portata da un dipendente di Umbria Acque. Ed a pochi metri c'è un osceno parco, come si evince dalle foto. Vi sembra un sistema museo questo? E pensare che basterebbe davvero poco denaro, ma solo più sensibilità "politica" che purtroppo non vedo né ieri né oggi.

Di chi la colpa? Ma sì, anche nostra, dei cittadini che dicono: "Si lo so so, ma..."




Lamberto Salvatori

Inserito sabato 21 aprile 2018


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4459453