24/05/2018
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Umbria cambia Giro

Umbria cambia Giro
Una vela sta girando per far presente che un Giro d’Italia partito da Israele e finanziato con 12 milioni di euro non parla di pace e di sport ma di violazione di diritti umani, di ingiustizie, di morti palestinesi

“Uno spettro si aggira per l’Europa.....” diceva Karl Marx due secoli fa.
Più modestamente una vela sta girando per il comune di Assisi per far presente che un Giro d’Italia partito da Israele e finanziato con 12 milioni di euro non parla di pace e di sport ma di violazione di diritti umani, di ingiustizie, di morti come le decine di palestinesi uccisi anche in queste ore.
L’Umbria ed Assisi in particolare potevano dissociarsi da tutto ciò, ma invece l’avallano e lo legittimano utilizzando la presunta neutralità dello sport e la figura di Bartali.
Noi non ci stiamo e vogliamo essere il vento che spinge la vela per guardare in faccia la realtà e non l’ipocrisia, le logiche del mercato, le stragi dei palestinesi, la violazione dei diritti umani e dei popoli.

http://www.circoloprimomaggio.org/



Luigino Ciotti

Inserito mercoledì 16 maggio 2018


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4014014