23/09/2018
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Se le parole hanno un senso…

Se le parole hanno un senso…
In questi giorni è un coro nel definire storico l’incontro fra Donald Trump e Kim Jong-un

In questi giorni è un coro di questo o quel giornalista, di questo o quel programma televisivo ecc… che continuano a definire storico l’incontro fra Donald Trump e Kim Jong-un.

Due personaggi alla ribalta della cronaca mondiale che comunicano dopo essersi ingiuriati l’uno con l’altro nella maniera più turpe. Due espressioni di un’umanità grottesca e psicotica.

Uno è il dittatore di uno stato alla periferia della storia con un popolo plaudente e affamato. L’altro giunto al vertice di quella che impropriamente viene considerata la più grande democrazia al mondo, finanziato dai venditori di morte e il cui unico intento è quello di cancellare tutte le riforme di progresso del suo predecessore e sconfessare accordi internazionale già presi.
 



Lauro Ciurnelli

Inserito venerdì 15 giugno 2018


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4257261