12/12/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Su la testa!

Su la testa!
Come agisce la polizia: hanno dirottato il bus su una piazzola. Hanno ordinato a tutti di scendere con toni forti. Poi "tutti al muro", poi: "dobbiamo perquisirvi. Aprite gli zainetti". Quindi perquisizione

FINITA O QUASI LA SBORNIA ELETTORALE SI TORNA FINALMENTE A MANIFESTARE E A RIEMPIRE LE PIAZZE.
Il 14 giugno hanno ricordato la liberazione di Spoleto uomini coraggiosi che non intendono arretrare di fronte alla barbarie che avanza: Giancarlo Donati figlio di Enito Donati oppositore del fascismo e uomo della resistenza clandestina, Don Gianfranco Formenton impegnato in prima fila nell'aiuto agli immigrati e contro il razzismo e per questo oggetto di violente intimidazioni, Carmelo Parente avvocato di Francesco Spitella che ne ha ricordato la figura e l'impegno morale da mantenere di intitolargli uno dei luoghi in cui visse e si batté per la libertà.
Il 16 giugno insieme ai compagni dell'USB di Perugia e Terni e ai compagni di Potere al Popolo di Terni, siamo stati a Roma a protestare insieme ai compagni di lavoro di Soumayla Sacko, sindacalista Usb assassinato dai proprietari della terra. DALLE PAROLE AI FATTI. SU LA TESTA !

Bisogna sapere che la polizia di questo governo agisce così: Italia come il Guatemala 1990. Siamo arrivati a Fiano Romano, hanno dirottato il bus su una piazzola. Hanno ordinato a tutti di scendere con toni forti. A chi chiedeva perché, hanno risposto siamo la POLIZIA. HANNO VIDEOREGISTRATO I DOCUMENTI DI TUTTI ( C'ERANO BAMBINI DI 10 ANNI E ANZIANI DI 70). Poi c'hanno detto esattamente queste parole: "tutti al muro", poi: dobbiamo perquisirvi. Aprite gli zainetti. Quindi perquisizione. E poi con fare perentorio: "tutti via, subito !" Italia 2018 come Sudamerica 1990.

Aurelio Fabiani



Associazione culturale Casa Rossa


Inserito domenica 17 giugno 2018


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4945541